Home Smart City Integrare auto e città, Milano Future City progetta la metropoli del futuro

Integrare auto e città, Milano Future City progetta la metropoli del futuro

città: Milano - pubblicato il:
Milano Future City 2019

Migliorare le città, rendendole più a misura d’uomo e integrando sempre più gli spazi urbani con le automobili per restituire gli spazi di movimento alle persone senza penalizzare gli spostamenti a quattro ruote: Milano Future City è un progetto di urbanizzazione avanzata e sostenibile presentato nel corso della Design Week 2019 al Volvo Studio Milano nel ciclo di incontri Innovation Design District.

Milano Future City è curato dall’architetto-urbanista Andrea Boschetti (una delle principali firme internazionali del settore nonché direttore scientifico di Innovation Design District) e costituisce un’affascinante risposta al tema The Hospitable City sul quale è centrato quest’anno il ciclo di conferenze e dibattiti legati a Innovation Design District.

Perché Volvo? Perché l’azienda è impegnata a sviluppare un approccio sempre più human-centric per le sue tecnologie, nel rispetto dell’ambiente e degli spazi. Inoltre il tema dell’integrazione fra auto e città, resa possibile dalle moderne tecnologie e dai servizi digitali che il settore automotive sta sviluppando e implementando a vantaggio della user experience, rientra nel ciclo di iniziative che la casa automobilistica sta realizzando attraverso il suo spazio milanese.

Milano Future City costituisce un’importante visione strategica per il futuro di Milano e anche una ricerca concreta a favore della città e della sua crescita in chiave sostenibile a vantaggio delle persone.

L’obiettivo del progetto è quello di restituire, rinnovati e vivibili, ai cittadini di Milano, alcuni dei più importanti assi viari carrabili a intenso scorrimento, concepiti in un recente passato e oggi per lo più anacronistici, enormemente inquinanti e ostili nei confronti della città più lenta e gentile, quella destinata a pedoni e biciclette.

Milano Future City vuole far ritrovare una nuova armonia tra auto e città digitalizzando e automatizzando i flussi e le infrastrutture e riportando il verde in città ovunque possibile (qui trovate un video del progetto).

Le soluzioni concrete ipotizzate vanno della direzione dello sviluppo tecnologico che il mondo dell’auto sta esprimendo. Si pensa infatti ad auto e mezzi puliti per favorire la transazione alla completa mobilità elettrica, a sistemi di illuminazione e segnaletica intelligenti in grado di comunicare con tutti i mezzi in scorrimento o a pavimentazioni progettatine come tappeti tecnologici.

Il ruolo della tecnologia nella città ospitale appare determinante. Automazione, elettrificazione, connettività e servizi telematici semplificano la relazione fra auto e utente e fra auto e ambiente circostante, richiedendo al tempo stesso l’adeguamento delle infrastrutture. Così auto e città cessano di essere antagoniste e cooperano a un obiettivo comune, stabilendo un dialogo virtuoso che contribuisce a un’evoluzione in senso sostenibile.

Condividi: