Home Eco Lifestyle Piccole mani, spiagge pulite: i bambini aiutano l’ambiente

Piccole mani, spiagge pulite: i bambini aiutano l’ambiente

città: Rimini - pubblicato il:
Piccole mani spiagge pulite

Mai come in questo caso i più piccoli danno l’esempio ai grandi e non viceversa: con l’iniziativa Piccole mani, spiagge pulite gli alunni della scuola primaria si impegneranno per ripulire la spiaggia di Rimini.

L’appuntamento è per il prossimo 20 maggio quando l’iniziativa Piccole mani, spiagge pulite – promossa da Cisambiente con il contributo di Formula Ambiente e Ciclat – porterà in spiaggia 50 bambini della Scuola Statale Primaria Flavia Casadei di Viserba per raccogliere mozziconi di sigarette, carta e plastica presenti sulle spiagge locali.

Piccole mani, spiagge pulite conclude un percorso che Cisambiente – associazione voluta da un gruppo di imprenditori del settore ambiente ed energia rinnovabile – ha voluto istituire per dedicare alle nuove generazioni tutte le attenzioni formative che meritano.

Quella del 20 maggio è la giornata conclusiva di un percorso iniziato con questi ragazzi a Ecomondo 2018. Il messaggio che vogliamo trasmettere ai più giovani è che solo con il lavoro delle loro stesse mani si può costruire un futuro migliore, che non ci sarebbe senza un ambiente sano” ha commentato il Direttore Generale di Cisambiente, Lucia Leonessi.

Durante la raccolta, verrà spiegato ai bambini, con l’aiuto dell’Arma dei Carabinieri, che ogni singolo oggetto recuperato, può avere una seconda vita attraverso l’industria del riciclo, che non può funzionare senza il supporto dei cittadini a sostegno della raccolta differenziata.

L’idea progetto nasce dalla notizia che i litorali italiani ormai sono considerati delle piccole discariche. Su 64 arenili nazionali sono stati rilevati oltre 770 rifiuti ogni 100 metri di spiaggia, per un totale che supera i 180.000 oggetti spiaggiati. Oltre al problema dei mozziconi, c’è quello delle bottiglie in plastica e dei rifiuti in carta e cartone, quasi sempre destinati a finire in mare.

I giovani scolari che avranno raccolto più rifiuti dalle spiagge saranno premiati con delle medaglie che gli verranno consegnate da due aziende: Formula Ambiente, consorzio che nasce dalla cooperazione e che offre il proprio contributo alle sfide sociali di ciascun territorio.

Insieme a Formula Ambiente, premierà i bambini vincitori della mattinata, Ciclat, cooperativa che si occupa di trasporti per l’ambiente. Alla giornata ha dato un contributo anche Hera Ambiente spa.

Condividi: