Home Green Jobs Idee Green per futuri Jobs

Idee Green per futuri Jobs

città: Milano - pubblicato il:
idee green

76 mini-imprese, con altrettanti progetti e idee green, che potrebbero un giorno diventare vere e proprie startup. Sono questi i numeri della 4 edizione di GreenJobs, il percorso ideato da Fondazione Cariplo che punta a insegnare l’auto-imprenditorialità agli studenti delle scuole superiori.

Idee green portate in fiera durante la giornata del 16 maggio, molto interessanti. Alcune anche geniali: si va dai ragazzi della 3A dell’ISS Torricelli di Milano, con la loro scarpa, che produce elettricità durante la camminata grazie a sensori posizionati nella soletta delle scarpe, a Poseidon, un detersivo capace di ridurre la produzione di microplastiche durante i lavaggi di capi sintetici progettato dai ragazzi della 4A del liceo milanese Vittorio Veneto.

I ragazzi della 4A del ISS Moretti di Roseto degli Abruzzi propongono un servizio di noleggio bici associato alla produzione di elettricità tramite pedalata, utile per fornire energia all’illuminazione LED del lungomare, mentre quelli dell’ISS Besta di Milano pensano a un servizio di consegna in bici di prodotti sfusi, con tanto di ritiro di piccoli rifiuti speciali con il fine di agevolare chi non ha tempo e modo di recarsi nei negozi #plasticfree e nelle riciclerie.

Il tema dei rifiuti speciali è stato ripreso anche dai ragazzi della 4B del Collegio San Carlo di Milano che pensano a un sistema di raccolta a domicilio di cinque differenti rifiuti speciali (occhiali da sole, batterie esauste, cellulari rotti, tappi in sughero e medicinali) per conferirli presso consorzi e associazioni che si dedicano al recupero, al riuso o al riciclo degli stessi.

I ragazzi del Liceo Scientifico Sensale di Nocera Inferiore, Salerno, hanno trovato invece un modo particolare di riutilizzare, una volta purificati, i mozziconi buttati a terra: accostati ad altri materiali di recupero divengono parte di un diffusore di profumi del tutto #nowaste.

Molta attenzione è stata posta anche al settore food: i ragazzi umbri della 4B del Liceo perugino Pieralli, propone una soluzione all’annuale tema delle macchinette distributrici, con i loro biscotti tradizionali e artigianali studiati per poter essere dispensati tramite i normali distributori, avvolti in un packaging interamente compostabile.

Sempre in Umbria troviamo un progetto tanto ecosostenibile quanto attento ai temi sociali: uno street food con menù formulati con piatti tradizionali locali ed etnici (rumeni, venezuelani e molto altro), cucinati secondo tradizione, pensato dai ragazzi dell‘IPSSEOA di Assisi, 4C.

E gli scarti del cibo? Le ragazze della 4L del Liceo Manzoni di Lecco hanno formulato un concime naturale a base di fondi di caffè, bucce di banana e gusci d’uovo, mentre i milanesi del Vittorio Veneto, 4F, si sono presentati con degli ottimi saponi prodotti a partire da olii di frittura esausti, con l’idea di creare un servizio di raccolta a domicilio per la raccolta degli olii a livello condominiale.

Ma la sostenibilità si fa anche di piccole cose, piccole come… una tavoletta accendi-fuoco per esempio: l’idea di sostituire i derivati petrolchimici delle tavolette accendi fuoco con fondi di caffè e segatura come hanno fatto i ragazzi della 4A dell’ITIS Marchesini di Rovigo o con foglie secche, resina di pino e zucchero, come ha fatto la 4A della Scuola di Minoprio ha permesso a entrambe le classi di creare un prodotto non inquinante, a bassissimo costo e dall’elevato potere calorifico.

Insomma, il progetto GreenJobs ha acceso tante idee green e dato vita a progetti di micro-imprenditoria dei più vari (ne abbiamo citati solo alcuni, ma una certa attenzione è stata posta anche ai temi della biodiversità, del packaging, dell’educazione ambientale e del digitale), formando giovanissimi sui temi della comunicazione, del marketing e della sostenibilità.

I ragazzi e le ragazze hanno saputo mostrare grandissime capacità di inventiva e non ci resta da dire che se per caso non troveranno lavoro… saranno bravissimi a inventarselo da sé!

Condividi: