Home Imprese Sostenibili Kids Creative Lab insegna ai bambini l’impatto della plastica in mare

Kids Creative Lab insegna ai bambini l’impatto della plastica in mare

città: Milano - pubblicato il:
kids creative lab

Il progetto educativo Kids Creative Lab è dedicato ai bambini delle scuole primarie e vuole sensibilizzare i più giovani insegnando loro a conoscere e contrastare, con fantasia e creatività, l’inquinamento dovuto alla dispersione di plastica in natura

Kids Creative Lab fa parte di una serie di azioni concrete di innovazione sostenibile che OVS ha messo in atto a partire dal 2015 con il programma #wecare che ha promosso iniziative per favorire lo sviluppo della moda circolare e la ricerca di materiali e processi produttivi sempre più virtuosi.

Lo scorso anno il progetto ha coinvolto lo scorso anno 1.800.000 bambini, 66.000 classi, 8.000 scuole in tutta Italia; nel tempo l’iniziativa ha trattato temi quali l’arte, la moda, l’ecologia, l’alimentazione e la biodiversità.

Con la nuova edizione di Kids Creative Lab, OVS e WWF Italia vogliono promuovere una maggiore consapevolezza sui temi ambientali invitando bambini e adulti a ripensare il modo in cui vengono adoperate le materie plastiche, imparando a conoscerne le caratteristiche d’impiego, le alternative esistenti e le conseguenze della dispersione in natura.

I bambini delle scuole primarie sono stati quindi coinvolti nel laboratorio C’è di mezzo il mare, che si sviluppa attraverso un’azione didattica e creativa, fornendo materiale gratuito agli insegnanti per formare gli alunni sul tema, la loro partecipazione a workshop educativi e che si concluderà nel maggio 2020 con il coinvolgimento dei bambini in una giornata di pulizia di spiagge e rive di fiumi di tutta Italia.

OVS ha adottato anche nella sua offerta merceologica progetti di sostenibilità: per l’estate 2019 è stata infatti realizzata una capsula di costumi in materiali ottenuti da bottiglie in PET e in filato ECONYL, nylon rigenerato proveniente da materiali dismessi come attrezzature e reti da pesca abbandonati in mare.

Per la produzione del denim, dal prossimo autunno/inverno OVS utilizzerà trattamenti zero PP, che sostituiscono il permanganato di potassio con altre sostanze biodegradabili o con la lavorazione laser, quasi completamente waterless.

Inoltre l’azienda ha ridotto di quasi il 90% le emissioni di CO2 della sede e di tutti i negozi e ha introdotto comportamenti e politiche di formazione del personale volti a rendere l’azienda plastic-free.

Condividi: