Home Eco Lifestyle Ristrutturare casa rispettando l’ambiente

Ristrutturare casa rispettando l’ambiente

città: Milano - pubblicato il:
ristrutturazione edilizia - ristrutturare casa

La ristrutturazione della casa è il momento in cui si decide di investire diverso tempo e denaro nella propria abitazione donandole un aspetto nuovo ma anche pensando al risparmio energetico e al comfort.

È in questo scenario che la ristrutturazione bioedilizia si sta affermando anche in Italia come un’opzione in linea con i tempi ma anche come soluzione economica per migliorare la casa. Spesso, infatti, si ha la sbagliata concezione che la bioedilizia abbia prezzi inaccessibili.

È, però, una pratica più economica dell’edilizia tradizionale, che permette di utilizzare materiali poco costosi, come il legno e ottimizzare i consumi della casa.

Siete interessati a questo tipo di ristrutturazione ma cercate informazioni utili? Continuate a leggere.

Quali lavori realizzare?

Il primo passo per iniziare a progettare una ristrutturazione bioedilizia è identificare le aree su cui intervenire. Cosa si desidera da questa ristrutturazione? Quali lavori sono urgenti e quali possono essere rimandati?

Rispondendo a queste domande potrete facilmente iniziare a progettare la ristrutturazione contattando un professionista e chiedendo il suo parere da esperto.

Per aiutarvi a pensare ai progetti da realizzare nella vostra abitazione, ecco una lista dei lavori più comuni:

  • cappotto termico interno
  • cappotto termico esterno
  • pavimento con riscaldamento
  • installazione di infissi coibentati
  • realizzazione di un tetto il legno
  • sistema di ventilazione
  • riprogettazione aree (a sud la zona giorno, a nord la zona notte)
  • impianto domotico

Tutte le imprese si occupano di bioedilizia?

Il primo ostacolo a cui dovrete far fronte se sceglierete una ristrutturazione bioedilizia, riguarda l’impresa edile. Non tutte, infatti, hanno esperienza nel settore.

Realizzare una costruzione o ristrutturazione bioedile non è complesso, ma richiede sicuramente un certo grado di familiarità con i concetti fondamentali di questa pratica.

Esistono, tuttavia, imprese specializzate nel settore che permettono di ottenere risultati ottimali. Assicuratevi di assumere l’impresa giusta, che ha già a disposizione tutti gli esperti necessari per portare a termine il vostro progetto di ristrutturazione.

Quali materiali selezionare?

Una decisione importante da prendere quando si realizza una ristrutturazione bioedile riguarda i materiali da utilizzare. Ci sono diverse opzioni, tutte atossiche, prodotte in modo naturale.

Canapa, cementi naturali e legno sono i materiali principali. Ma questi riguardano non solo i rivestimenti isolanti, i pavimenti o gli intonaci, ma anche le vernici, le porte e gli infissi.

Nessun materiale deve essere scelto a caso. Confrontatevi con l’impresa edile esperta per conoscere meglio le opzioni adatte alla vostra abitazione.

I vantaggi di una ristrutturazione bioedilizia

Gli interventi di ristrutturazione portano sempre dei vantaggi, soprattutto quella bioedile. Oltre ad ambienti rinnovati, troverete un nuovo comfort grazie a temperature controllate grazie al cappotto termico o a infissi nuovi.

Quando realizzate una ristrutturazione orientata al risparmio energetico, avrete anche la possibilità di accedere all’ecobonus, che permette di ottenere una detrazione fino a 50% del costo totale dell’intervento.

Per una ristrutturazione che coinvolge diversi aspetti della vostra abitazione, potrete invece approfittare del bonus ristrutturazioni. Inoltre, con una ristrutturazione bioedile, consumi ottimizzati, classe energetica alta, la vostra abitazione aumenterà di valore.

Condividi: