Home Imprese Sostenibili Popmove, nasce il social mobility network

Popmove, nasce il social mobility network

città: Roma - pubblicato il:
popmove

Arriva a Roma, per poi espandersi in tutta Italia, un nuovo servizio di mobilità condivisa, Popmove, indicato come il primo social mobility network

Con un lancio nella Capitale che, nelle scorse settimane, ha dato nell’occhio e ha fatto parlare do sé – ricordate le affissioni “cercasi scambisti” che avevano fatto gridare allo scandalo? – arriva in Italia Popmove, servizio di mobilità condivisa che consente di cercare un’auto quando serve ma anche di condividere la propria quando non la si usa.

Un modello moderno di economia circolare applicata alla mobilità condivisa che potremmo definire mobilità circolare, da cui tutti possono trarre benefici: chi ha bisogno di un’auto per i propri spostamenti ma non vuole acquistarne una ma anche chi un’auto ce l’ha e la usa poco e vuole valorizzarla, guadagnando mettendola a disposizione degli altri.

Popmove viene lanciata inizialmente a Roma ma prevede poi di estendersi gradualmente a tutte le città italiane. Il servizio, dopo una prima fase di test, è già operativo con le prime 150 auto condivise.

A differenza di altri servizi di car sharing, le auto Popmove si mettono in condivisione con durate e percorrenze superiori: da 1 ora a 29 giorni e su tutto il territorio nazionale, purché si riconsegni il veicolo nei tempi indicati dal proprietario.

Il servizio è stato pensato anche per creare una nuova formula di mobilità tra piccole comunità di prossimità: l’opportunità, in questo caso, è quella di abilitare la condivisione di un’auto tra gruppi di amici, vicini di casa, colleghi di lavoro.

Oppure tra piccole attività commerciali e i loro clienti e tra enti pubblici o privati che vogliono regalare un modello nuovo di muoversi al pubblico.

Un modello di mobilità, quella condivisa, che piace sempre di più agli italiani; secondo il Rapporto Aniasa, infatti, sono oltre un milione le persone che scelgono di muoversi attraverso il noleggio o lo sharing, ogni giorno, per ragioni di business e turismo.

Nel dettaglio sono più di 900.000 gli utenti del noleggio a lungo termine; 130.000 quelli del noleggio a breve termine e 33.000 del car sharing.

In decisa crescita anche i privati che hanno già scelto di sposare la tranquillità della formula del noleggio a lungo termine: nel 2017 erano in 30.000, divenuti 40.000 nel 2018 ed entro fine anno raggiungeranno quota 50.000.

Popmove è una startup che nasce dalla collaborazione tra ALD Automotive, azienda che opera nel settore del noleggio a lungo termine, e Hurry, azienda di mobilità innovativa nel segmento consumer.

Il servizio quindi mette in contatto le due anime societarie per offrire un’esperienza di condivisione nuova e innovativa: da una parte ci sono i Popdriver, che cercano un’auto da utilizzare e i Popmover, proprietari di un veicolo acquistato con un contratto di noleggio a lungo termine da ALD Automotive che mettono a disposizione la propria auto sulla piattaforma Popmove.

Condividi: