Home Smart City Bike sharing a Milano: in arrivo altre 400 biciclette

Bike sharing a Milano: in arrivo altre 400 biciclette

città: Milano - pubblicato il: - ultima modifica: 3 Luglio 2019
bike sharing a milano

Il bike sharing a Milano si arricchisce di nuove biciclette e di ulteriori stazioni a dimostrazione che i servizi di mobilità condivisa piacciono e vengono utilizzati

In occasione della terza Conferenza Nazionale sulla Sharing Mobility è stato reso noto il Rapporto Nazionale realizzato dall’Osservatorio Sharing Mobility, nel quale si evidenzia la notevole crescita del settore, che influenza sempre di più la mentalità comune.

A oggi sono più di 5 milioni gli italiani che quotidianamente usufruiscono dei servizi di sharing nei loro comuni.

In particolare il settore riguardante le bici è in continua espansione, come testimoniano i dati registrati da Clear Channel Italia, che gestisce il bike sharing a Milano e a Verona: nella sola metropoli meneghina, da quando il servizio è entrato in atto nel 2008, sono stati registrati 25 milioni di utilizzi, con un sistema di abbonati di oltre 650mila iscritti.

I prossimi sviluppi nel capoluogo lombardo riguardano l’inserimento di 400 nuove biciclette e l’installazione di nuove stazioni; grazie all’introduzione del nuovo sistema tariffario dei trasporti milanesi, sarà possibile caricare l’abbonamento BikeMi direttamente sulla tessera ATM.

Oltre ai numeri riguardanti l’espansione del servizio, fondamentali sono i calcoli riguardanti l’abbattimento di CO2, nei 10 anni di attività è stato infatti possibile risparmiare oltre 9,3 milioni di chili di anidride carbonica in termini di mancate emissioni, alle quali si aggiunge il contributo di una centrale di ricarica elettrica con energia (75 khW/annui) prodotta da pannelli fotovoltaici.

Importante per comprendere la politica dell’azienda l’intervento di Simone Cresciani, CEO e General Manager di Clear Channel Italia: “Per noi sharing significa prima di tutto senso civico. Siamo orgogliosi di offrire, da oltre 10 anni con ordine ed efficienza, un mezzo di mobilità sostenibile al servizio dei cittadini. I milanesi sono i primi ad apprezzarlo, come dimostrato dal bassissimo tasso di atti vandalici che subiamo. Ogni cittadino diventa così guardiano di BikeMi segnalandoci eventuali irregolarità, all’insegna di un vero e proprio senso di appartenenza e di progresso“.

Condividi: