Home Imprese Sostenibili Almo Nature e gli eredi animali

Almo Nature e gli eredi animali

città: Genova - pubblicato il:
almo nature - fondazione capellino

Almo Nature ha vinto la propria battaglia: i proventi saranno devoluti alla difesa degli animali e della biodiversità attraverso la Fondazione Capellino

Un nuovo modello duale economico-solidale è ora attivo nel nostro Paese al pari di altre nazioni europee. L’Agenzia delle Entrate, infatti, ha riconosciuto con risposta n°187/2019 la possibilità che una fondazione, costituita senza scopo di lucro per realizzare finalità di solidarietà sociale, possieda completamente un’azienda. E passo ulteriore che questa fondazione devolva i proventi al mondo della fauna e della flora.

Si deve a Pier Giovanni Capellino, fondatore di Almo Nature, la battaglia che ha portato a questo importante passo avanti per l’Italia.

Supportato dal team dell’avvocato Succi dello studio legale BonelliErede, Capellino aveva dichiarato circa un anno fa che tutti i profitti (dividendi) dell’azienda maturati dal primo gennaio 2018 – e per sempre – sarebbero stati a disposizione della Fondazione Cappellino, da lui fortemente voluta, che a sua volta li avrebbe impiegati in difesa dei cani, dei gatti e per la salvaguardia della biodiversità. E questo è ora realtà.

Almo Nature aveva già ottenuto dalla Prefettura di Genova nel novembre 2018, la possibilità di realizzare un nuovo modello di azienda a capitalismo solidale ovvero, come recita il claim riportato su tutti i prodotti, di realizzare la prima azienda owned by the animals, posseduta interamente dagli animali, dalla natura e da tutti gli umani che ne condividono i valori.

Per la legge italiana, classificandosi come ente commerciale, ora la Fondazione ha diritto a gestire la società di cui ha la proprietà e a essere finanziata dalla stessa senza penalizzazioni” spiega Pier Giovanni CapellinoIn alternativa avrei dovuto vendere l’azienda e trasformare il capitale in rendita mentre volevo non dividere la solidarietà dalla produzione della ricchezza e coinvolgere dipendenti e clienti: i primi ora potranno dare un significato aggiunto al loro lavoro di tutti i giorni, i secondi potranno scegliere tra una crocchetta come tante e le nostre crocchette che sono buone due volte, alla salute di cani e gatti e, grazie ai suoi profitti, alla difesa della natura”.

Almo Nature-Fondazione Capellino sta intanto portando avanti alcuni progetti degni di nota a cominciare dall’istituzione di un registro europeo obbligatorio per identificare e registrare cani e gatti sin dalla nascita, eliminare gli abbandoni, il randagismo, il commercio abusivo dei cuccioli.

L’obiettivo è anche quello trasformare i canili in luoghi di transito temporaneo e non di detenzione.

Rigenerazione dei territori e buona convivenza tra grandi animali e attività umane sono altri due progetti portati avanti dalla Fondazione Capellino, che sposterà a termine di un progetto agricolo di riqualificazione la sede a San Salvatore Monferrato, in Piemonte.

Condividi: