Home Eventi Sostenibilità e buone pratiche green raccontate al TEDxCortina

Sostenibilità e buone pratiche green raccontate al TEDxCortina

città: Belluno - pubblicato il:
tedxcortina

Ad agosto a Cortina si svolgerà il TEDxCortina, evento in cui si parlerà di sostenibilità ed economia circolare, presentando progetti ecologici e ricordando la tempesta Vaia attraverso la celebrazione del tema del bosco

Appuntamento a Cortina il 23 agosto TEDxCortina per ascoltare racconti di sostenibilità e good practice a 360 gradi, anche per celebrare una località che, nel 2021, sarà sede dei Mondiali di Sci Alpino – seguiti nel 2026 dalle Olimpiadi invernali organizzate insieme a Milano – e che, recentemente, ha festeggiato il primo decennale Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

In questa cornice il TEDxCortina – arrivato alla sua terza edizione qui tra le dolomiti ampezzane – non vuole essere soltanto uno strumento di divulgazione di idee, ma vuole diventare ancor più parte attiva del dibattito della società civile, sviluppando attività a forte impatto sociale.

Ecco allora il perché della scelta del tema della sostenibilità calato in un evento sostenibile in cui fare formazione e promuovere tematiche legate alla Green Innovation & Sustainability.

Il tema scelto quest’anno è IOrigine per mettere al centro della riflessione l’essere umano inteso come motore principale di qualsiasi cambiamento, ma allo stesso tempo anche come elemento che subisce cambiamenti ed effetti dell’evoluzione del nostro pianeta e del suo delicato ambiente.

L’Agenda 2030, stilata dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2015 ci ha ispirato, con i suoi obiettivi incentrati sullo sviluppo sostenibile, nel pensare a un percorso che motivasse e coinvolgesse l’intera comunità” spiega Martina Pellegatti, Sustainability Project Coordinator di TEDxCortina “Per il 2019 si parte con il bosco, paesaggio fondante dell’ambiente dolomitico, messo a dura prova lo scorso autunno dalla tempesta Vaia. Per questo motivo la prima partnership importante di TEDxCortina 2019 è quella con FSC – Forest Stewardship Council che ha fornito il suo supporto scientifico per stilare un decalogo comportamentale“.

Un evento plastic free che prevede l’utilizzo di oggetti ricavati da materiale riciclato, di bottigliette bio e di bicchieri Pcup intelligenti e biodegradabili, alternativi all’usa e getta. La carta, invece, arriverà da foreste certificate. Anche i prodotti alimentari serviti durante l’evento saranno, in massima parte, a km zero.

La giornata dedicata al TEDxCortina sarà preceduta e incorniciata da una serie di eventi e iniziative varie: il centro di Cortina d’Ampezzo, vicino a Corso Italia, ospiterà A thousand trees, un’installazione pensata dal team TEDxCortina in collaborazione con gli architetti Marco Cellini, Giulia Pecol e Francesco Carraro che, per l’occasione, portano il cuor del bosco al centro del paese.

L’opera prevede una scatola quadrata, archetipo dello spazio quotidiano, dentro la quale cresce e respira un frammento di bosco e di biotopo alpino. Una serie di specchi dilata all’infinito l’abbraccio degli alberi e permetterà al fruitore, che si affacci agli oblò della parete, di immergersi in una vera foresta dolomitica, tutta da ammirare e annusare, per non dare mai per scontato la bellezza e l’importanza dell’ambiente che ci circonda.

A corredo del palinsesto degli eventi, anche due mostre fotografiche: la prima porta la firma di Stefano D’Amadio, fotogiornalista romano e firma di National Geographic, che esporrà i suoi scatti, realizzati fra i boschi colpiti dalla tempesta Vaia.

La seconda è promossa dall’Osservatorio Cortina 2021, con un progetto di ricerca artistica territoriale di Gianpaolo Arena e Marina Caneve, e di Vulcano, in cui vengono investigati il territorio e il tempo che separano la conca ampezzana dai Campionati del Mondo di Sci Alpino del 2021.

Intanto gli stessi ragazzi del team, fotografati da Claudio Bettio, in collaborazione con l’agenzia veneziana di shooting Vulcano, per la campagna del 2019, sono stati trasformati in una foresta digitale – grazie a una moderna tecnica fotografica che mescola proiezioni e luci – per mandare un forte messaggio a favore della tutela del bosco.

La sera precedente l’evento – giovedì 22 agosto – si svolgerà un’anteprima d’arte: Giorgio Chinea lancerà una nuova performance su Picasso “Pablo – il peggior nemico della creatività è il buon senso“, per raccontare il forte legame del genio di Malaga con la percezione dell’ambiente.

I biglietti per partecipare all’evento sono già disponibili su Eventbrite.

Condividi: