Home Imprese Sostenibili Diagnosi energetica: è online il portale Audit 102 dell’ENEA

Diagnosi energetica: è online il portale Audit 102 dell’ENEA

città: Roma - pubblicato il:
diagnosi energetica

Il D.Lgs. 102/2014 ha previsto per le grandi imprese e le imprese energivore l’obbligo di effettuare una diagnosi energetica presso i propri siti a partire dal 5 dicembre 2015 e da ripetere ogni quattro anni.

Il 5 dicembre 2019 è quindi una scadenza importante per migliaia di imprese che si troveranno a dover effettuare per la seconda volta una diagnosi energetica e a doverla inviare a ENEA, a cui la legge affida il compito di istituire, gestire e curare una banca dati alla quale dovranno essere inviati rapporti di diagnosi.

ENEA ha annunciato oggi che il portale Audit 102 è online per supportare le imprese che sono chiamate a effettuare la diagnosi energetica dei propri impianti produttivi.

Il nuovo sito è stato ideato per semplificare l’inserimento del rapporto di diagnosi e della relativa documentazione, con particolare attenzione al ruolo che imprese e consulenti rivestono nel processo di diagnosi energetica, garantendo la responsabilità, la proprietà e la riservatezza dei dati trasmessi.

Il check-up energetico per le grandi imprese e per quelle energivore da realizzare ogni quattro anni è stato introdotto dal decreto legge che ha recepito la Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

In seguito al provvedimento è stata istituita, da parte dell’ENEA, una banca dati dedicata ai rapporti di diagnosi.

L’Italia si colloca al top della classifica Ue dei Paesi più virtuosi nell’attuazione della direttiva europea sull’efficienza energetica per i check-up nelle aziende: nel periodo 2015-18 sono state inviate 16.105 diagnosi energetiche da parte di 8.871 aziende, di cui 5.862 da grandi imprese e 2.913 energivore, con un risparmio di 896,3 Ktep/anno.

Qui di seguito trovate il link al portale Audit 102 attraverso il quale inviare la diagnosi energetica per la vostra azienda e le linee guida con il manuale operativo stilato da ENEA.

Tutta la documentazione necessaria alla corretta comprensione di quanto richiesto dalla legge è reperibile sull’apposito sito di ENEA.

Condividi: