Home Eco Lifestyle Animali più protetti a Milano

Animali più protetti a Milano

città: Milano - pubblicato il:
Regolamento per il benessere e la tutela degli animali

Nei prossimi mesi a Milano entrerà in vigore il nuovo regolamento per il benessere e la tutela degli animali: ecco le principali linee guida

Maggiore rigore nella detenzione e vendita di alcune specie animali selvatiche; tutela dei siti di nidificazione dei rondoni; gestione dei crostacei vivi; allineamento con le linee guida della Commissione Cites ministeriale per circhi e spettacoli.

Sono questi alcuni dei nuovi provvedimenti recepiti dal regolamento per il benessere e la tutela degli animali che la giunta del Comune di Milano ha già approvato. Ora però la parola passa al vaglio del Consiglio comunale per l’approvazione e l’entrata in vigore.

Il nuovo regolamento per il benessere e la tutela degli animali nasce dall’esigenza di aver uno strumento aggiornato. Roberta Guaineri, assessore con delega alle Politiche per la tutela e difesa degli animali sottolinea il ruolo educativo, di formazione di una rinnovata cultura del rispetto degli animali in città.

A tal fine, questo documento non solo stabilisce norme vincolanti ma promuove principi generali di buon comportamento nei confronti degli animali e per la loro gestione“.

Nei 14 anni trascorsi dall’approvazione dell’attuale regolamento, infatti, numerose sono state le modifiche di Legge in materia di tutela animali, basti citare la Legge 130 del 2008 che riconosce agli animali come esseri senzienti oppure la 120 del 2010 che ha introdotto l’obbligo di soccorso degli animali investiti.

Come si diceva maggiore sarà l’attenzione alla detenzione e vendita di alcune specie animali selvatiche, a tutela dell’ambiente (specie invasive) e del loro benessere (specie che richiedono alta professionalità per la loro corretta gestione); gestione delle colonie feline (normate dalla Regione solo a livello generale); tutela dei siti di nidificazione dei rondoni; gestione dei crostacei vivi destinati all’alimentazione (per ora normati solo dalla Svizzera, con legge recentissima); allineamento con le linee guida della Commissione Cites ministeriale per circhi e spettacoli itineranti; attività di cessione e o affido di cani e gatti del parco-canile comunale al fine di facilitare la gestione della struttura e favorire l’adozione degli animali.

Hanno collaborato alla stesura del nuovo regolamento il Dipartimento Medicina Veterinaria dell’Università di Milano, il Dipartimento Scienze Veterinarie per la Salute dell’Università di Milano, ATS Milano – Città Metropolitana – Dipartimento Veterinario, l’Ordine dei Medici Veterinari, l’ENPA Milano, il WWF Lombardia, la LIPU, il Progetto Natura Onlus, l’Unità Tutela Animali della Polizia Locale di Milano, l’Acquario Civico e liberi professionisti.

Coinvolti anche tutti i municipi della città e sono state recepite in gran parte le proposte di modifica innovative coerenti con l’impostazione generale del documento. Al termine della consultazione sono pervenuti i pareri favorevoli di tutti i municipi, tranne il settimo (il parere del Municipio 2 non è pervenuto e, pertanto, si è inteso come favorevole).

Condividi: