Home Eco Lifestyle Uno smoothie che fa bene al sociale, non solo alla salute

Uno smoothie che fa bene al sociale, non solo alla salute

città: Torino - pubblicato il:
tanto di cappellino - innocent

Si è conclusa l’iniziativa Tanto di cappellino che ha raccolto oltre 6.000 euro per l’associazione Outsider ODV di Torino che sviluppa progetti a sostegno dell’integrazione sociale di persone con disabilità

L’iniziativa Tanto di cappellino è nata nel Regno Unito grazie all’impegno di innocent, azienda che commercializza smoothie e succhi di frutta fresca, ed è stata lanciata per la prima volta in Italia lo scorso marzo, coinvolgendo migliaia di appassionati di lavoro a maglia.

Grazie al loro impegno nel realizzare piccoli cappelli da usare per proteggere dal freddo gli smoothie di frutta fresca in vendita nei reparti del fresco della grande distribuzione, innocent ha donato all’associazione Outsider ODV di Torino 0,20€ per cappellino, raggiungendo una cospicua cifra: 6.042,40 euro pari a 30.212 cappellini.

Per festeggiare il successo della prima edizione di Tanto di Cappellino, innocent e associazione Outsider si sono ritrovati lo scorso 22 ottobre per la consegna dell’assegno benefico.

Questi fondi permetteranno all’associazione di finanziare progetti, corsi e iniziative articolati in quattro macro-aree, ciascuna simboleggiata da un cuore colorato: verde per l’artigianato, arancione per l’arte, blu per il teatro e rosso per la musica.

Laboratori di sartoria, riciclo creativo, modellazione della creta, disegno e pittura, ma non solo. Tra le attività dell’associazione volte a stimolare e favorire l’inclusione di chi è in difficoltà o ai margini della società non mancano le rappresentazioni teatrali, il coro gospel – che, a poco più di un anno dal suo avvio, ha portato risultati estremamente positivi sul benessere di persone con disabilità cognitiva, fisica e con autismo – e le visite organizzate a musei, parchi e mostre.

Siamo felici di poter ora condividere il frutto della prima edizione di Tanto di Cappellino con gli amici dell’associazione Outsider ODV e con i numerosi volontari che hanno aiutato nella realizzazione di questa campagna benefica. Noi di innocent proviamo da sempre a lasciare le cose meglio di come le abbiamo trovate e siamo particolarmente orgogliosi di aver fatto la differenza a livello locale, supportando una realtà importante per il territorio come Outsider” commenta Edoardo Dall’Asta, Brand Manager di innocent per l’Italia.

Dal 2018, innocent è un’azienda certificata B Corporation; tramite la Fondazione innocent, che si occupa di progetti contro la fame nel mondo, l’azienda dona il 10% dei suoi profitti in beneficenza.

Condividi: