Home Green Jobs Mad for Science, un bando per promuovere biotecnologie e scienze della vita

Mad for Science, un bando per promuovere biotecnologie e scienze della vita

città: Milano - pubblicato il:
mad for science bando concorso

Mad for Science è un bando promosso da DiaSorin e rivolto a professori e studenti uniti dalla passione per le scienze che permetterà ai progetti scelti di realizzare un nuovo biolaboratorio completamente attrezzato per la loro scuola

Nel 2015 le Nazioni Unite approvarono l’Agenda Globale, programma che prevede 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals o anche SDG – da raggiungere entro il 2030. Gli obiettivi individuati si propongono di porre fine alla povertà, promuovere lo sviluppo sociale ed economico e il rispetto dell’ambiente.

Ciascun Paese è stato quindi invitato a contribuire al raggiungimento di questi 17 obiettivi, in base alla propria capacità; in questo scenario si inserisce il bando di concorso Mad for Science che, nel promuovere l’edizione 2019-20 ha selezionato tre di questi 17 obiettivi, legati tra loro: la disponibilità di risorse alimentari, l’acqua e i servizi igienico-sanitari, la salute e il benessere degli abitanti del Pianeta.

Ecco allora che il bando di boncorso 2019/2020 di Mad for Science – promosso da DiaSorin, gruppo multinazionale che opera nel mercato della diagnostica – invita quindi gli studenti dei Licei Scientifici a ideare una serie di esperienze didattiche di laboratorio coerenti con gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile e progettarne l’implementazione nel laboratorio scientifico della scuola.

Ogni Liceo Scientifico interessato a partecipare al bando potrà presentare un solo team, composto da 5 studenti e un docente di Scienze referente del progetto. Il team avrà la responsabilità di ideare e sviluppare il progetto. Per accedere alla fase di preselezione, entro il 18 novembre 2019, ciascun Liceo dovrà iscriversi al bando di concorso registrandosi attraverso il form dedicato presente online.

Entro il 28 novembre una commissione di esperti in ambito tecnico-scientifico valuterà le schede di progetto pervenute e selezionerà, a proprio insindacabile giudizio, le 50 candidature migliori. I Licei che supereranno la fase di preselezione dovranno elaborare la proposta progettuale così strutturata:

  • 5 nuove esperienze didattiche di laboratorio che portino gli studenti a riflettere sulla relazione tra l’ambiente e la salute dei cittadini e dei giovani
  • il dettaglio del progetto di implementazione e aggiornamento del laboratorio della scuola già esistente

Il progetto completo dei 50 Licei preselezionati dovrà essere inviato via mail a [email protected] entro e non oltre il 3 aprile 2020. Entro il 24 aprile 2020 un comitato scientifico appositamente costituito da DiaSorin selezionerà le 8 proposte progettuali più interessanti.

Gli 8 team finalisti presenteranno i loro progetti in occasione della Mad for Science Challenge 2020, di fronte a una giuria composta da professionisti della comunicazione ed esponenti della comunità scientifica, che eleggerà i vincitori.

I primi due Licei classificati verranno premiati con l’implementazione del biolaboratorio (per un valore massimo rispettivamente di 50.000 e 25.000 euro) e la fornitura dei relativi materiali di consumo (fino a un massimo rispettivamente di 5.000 e 2.500 euro all’anno per 5 anni, acquistabili a partire dall’anno 2020).

La giuria assegnerà anche un Premio Speciale Ambiente al team che – tra gli 8 finalisti – avrà meglio integrato il concetto di ecosostenibilità e tutela dell’ambiente all’interno di una o più esperienze laboratoriali. Il premio consiste nell’assegnazione di 10.000 euro per l’acquisto di materiale vario da laboratorio.

Condividi: