Home Eco Lifestyle Cosmesi Vegan: attenzione agli ingredienti

Cosmesi Vegan: attenzione agli ingredienti

città: Milano - pubblicato il:
cosmesi vegan

La cosmesi vegan richiede che i prodotti che possono avvalersi di questa dicitura non contengano ingredienti derivati da animali o dallo sfruttamento degli animali, ma anche che non siano stati testati sugli animali

Il 1° novembre si celebra in tutto il mondo il World Vegan Day, istituito nel lontano 1944 da Louise Wallis, allora presidente della Vegan Society nel Regno Unito, per commemorare il 50esimo anniversario della fondazione dell’organizzazione e della nascita dei termini vegano e veganismo.

Dati Eurispes del 2018 segnalano che in Italia circa 7,3% della popolazione dichiara di non mangiare carne né pesce, in questo dato sono compresi anche i vegani che non si alimentano con nessun derivato animale, esclusione che riguarda tutte le scelte, comprese quelle inerenti l’abbigliamento e la cosmesi.

Per quanto riguarda la cosmesi un prodotto è vegan se non contiene ingredienti derivati da animali o da sfruttamento degli animali (uova, latte, cera d’api, cheratina, proteine della seta) e non è testato sugli animali. Da marzo 2013 è entrato in vigore in Europa il divieto di sperimentare su animali i cosmetici o importare ingredienti testati.

Per assicurarsi dell’attendibilità di un prodotto è necessario leggere sempre le etichette e le indicazioni sulle confezioni. L’INCI, International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, è la denominazione internazionale, obbligatoria dal 1997, che indica in etichetta gli ingredienti del prodotto.

Ci sono poi i simboli come Vegan ok, in verde o in nero, la scritta Vegan accompagnata da un girasole, una V sull’etichetta o, più semplicemente, può essere indicato dalla parola Vegan, senza altri simboli o dettagli.

Inoltre è bene ricordare che prodotti bio, ecologici o cruelty free (non testati sugli animali) non è detto che siano anche vegan friendly.

La LAV, Lega Antivivisezione, ha messo a punto un elenco di aziende vegan che aderiscono allo Standard Internazionale Stop ai test su animali e riportano sulla confezione dei propri prodotti la dicitura LAV – Dalla Parte Degli Animali: sono case cosmetiche cruelty free controllate da ICEA, l’Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale.

Condividi: