Home Eco Lifestyle Facciamo una nuova camminata: la via Francisca del Lucomagno

Facciamo una nuova camminata: la via Francisca del Lucomagno

città: Pavia - pubblicato il:
via Francisca del Lucomagno

La via Francisca del Lucomagno da Costanza, in Svizzera, permette di raggiungere Pavia, tra parchi naturali, beni artistici e storici per poi congiungersi alla via Francigena e arrivare a Roma

Non è un refuso, oltre alla via Francigena esiste anche la Via Francisca (cui va aggiunto del Lucomagno), quella che va dal lago di Lugano e arriva fino a Pavia. Un team di nove realtà private e 50 enti si sono uniti per rendere fruibili i 135 chilometri di cammino.

Non si è trattato solamente di mappare e segnalare accuratamente tutto il percorso, ma anche attivare servizi affinché la via Francisca del Lucomagno sia percorribile dai pellegrini” ha spiegato Ferruccio Maruca, segretario del Tavolo di Coordinamento del progetto per la valorizzazione della Via, promosso in collaborazione con la Regione Lombardia e la Provincia di Varese, Milano, Pavia e tutti i comuni interessati dal percorso, e sostenuto dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale di Regione Lombardia – POR FESR 2014-2020.

Questo significa aver attivato anche strutture di accoglienza che, a prezzi calmierati, sono in grado di ospitare i pellegrini. A oggi pare che circa 700 viandanti si siano già messi in viaggio.

Il percorso della via Francisca del Lucomagno è semplice: si passa la frontiera con la Svizzera sul lago di Lugano e da lì a Lavena Ponte Tresa (VA) si parte per Pavia.

Anche per questo cammino è stato individuato un sigillo di chiusura: si tratta del Testimonium, documento che certifica il compimento del cammino, che sarà rilasciato alla basilica di San Pietro in Ciel d’Oro.

La tomba di Sant’Agostino è il suggello a quello che è un cammino storico che sta conquistando sempre più pellegrini.

Il Testimonium è un elemento storicamente molto importante perché, nella tradizione, permetteva al pellegrino di dimostrare al suo ritorno a casa di aver compiuto il pellegrinaggio sciogliendo così il voto. Oggi è il suggello di un percorso che il camminatore intraprende per i motivi più diversi. Camminare può essere un mettersi alla prova fisicamente, può rappresentare un viaggio spirituale, ma anche un’esperienza culturale e ambientale, nonché conoscere territori e persone. È avere un punto di partenza e muoversi verso una meta, percorrere a piedi una via immergendosi nella sua storia e nelle sue tradizioni“.

Condividi: