Home Eco Lifestyle E-commerce, marketplace e app per la moda green

E-commerce, marketplace e app per la moda green

città: Milano - pubblicato il:
siti e app per moda green

La moda green – l’eco-fashion – sposa canali di distribuzione alternativi e meno dispersivi, dove trovare proposte già selezionate. Oppure occasioni per vendere o barattare

La moda sostenibile utilizza diversi canali di vendita e si avvale sempre più spesso dello shopping online, soprattutto per il target più giovane.

Da un lato ci sono i negozi monomarca o multimarca tradizionali – non molti in quanto i costi di un negozio nelle città sono elevati, soprattutto nelle vie di passaggio – mentre molti brand preferiscono la formula del temporay shop o del pop up store.

Non mancano poi i numerosi eventi di vendita al pubblico come alcune fiere o i mercatini periodici organizzati in tutta la penisola. Ma non è sempre facile per chi decide di acquistare capi di moda green, etica e sostenibile, trovare quello che cerca.

Negli ultimi anni sono nate anche in Italia alcune piattaforme online di e-commerce dedicate che offrono una selezione di capi di abbigliamento e accessori eco-friendly.

Fra le più recenti Slow Nature, il marketplace multibrand, fondato nel 2019 dall’imprenditrice milanese Olga Yanovska Bianchi. Questo nuovo e-commerce con la sua offerta che comprende già oltre mille prodotti fra intimo, sportwear e accessori, permette di acquistare un total look eco-friendly e selezionato.

“La nostra piattaforma di e-commerce vuole essere uno strumento che consenta ai consumatori responsabili di potersi vestire in maniera sostenibile dalla testa ai piedi” spiega Olga Yanovska BianchiSpesso le buone intenzioni dei consumatori, infatti, si scontrano con la difficoltà di individuare i produttori e i brand che seguono una filosofia ispirata alla sostenibilità“.

La ricerca è infatti rigorosa: qualità elevata, tessuti eco di origine organica o riciclati. La selezione considera anche il rispetto etico dei lavoratori. Slow Nature infatti si propone anche come promotore di una maggiore responsabilità nel momento dell’acquisto di capi di abbigliamento in antitesi con il fast fashion e tutte quelle produzioni di massa altamente inquinanti e spesso poco etiche.

E un ulteriore passo verso una distribuzione innovativa e sostenibile è quello dell’app X-Tribe che consente agli utenti di trovare prodotti e servizi in vendita o che abbracciano le logiche del baratto, nelle immediate vicinanze.

Grazie a un sistema di geolocalizzazione, infatti, X-Tribe indica chi e cosa sta vendendo o barattando e, per mezzo di una chat interna, è possibile contattare il venditore e organizzarsi per un incontro scegliendo l’interlocutore più vicino.

L’abbigliamento riguarda circa il 30% dei prodotti presenti sul marketplace che offre anche abiti second hand da vendere, acquistare o da barattare, un concetto che incontra l’idea di sostenibilità riducendo lo scarto in discarica, la produzione e offrendo una nuova vita ai capi usati.

Condividi: