Home Green Jobs Alcune idee del futuro sostenibile in mostra a Future Hub di Bolzano

Alcune idee del futuro sostenibile in mostra a Future Hub di Bolzano

pubblicato il:
future hub bolzano

Un futuro sostenibile e migliore per tutti è possibile: l’innovazione tecnologica e l’energia delle startup propongono al Future Hub di Bolzano alcune idee per il sistema domestico, avvicinando il momento in cui la casa sarà davvero intelligente

Nel corso di Klimahouse 2020, la fiera internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, che si terrà dal 22 al 25 gennaio 2020 a Bolzano, si potranno vedere esposte alcune idee che potranno rendere il nostri futuro più sostenibile, verde e intelligente.

Infatti, all’interno del Future Hub, sezione particolare della fiera dedicata all’innovazione e alle startup innovative, troveranno spazio le novità nel settore delle green technology, del risparmio energetico, della sostenibilità, delle costruzioni, dell’energia e dei servizi It (Information Technology) e IoT (Internet of Things) applicati al sistema casa.

Proposte concrete – quest’anno sono 30 i prodotti esposti – legate dal tema della sostenibilità, pensate per un futuro sostenibile e migliore per tutti che porteranno all’interno di Future Hub startup, imprese, centri di ricerca e imprenditori.

All’interno di questo spazio espositivo trova spazio anche un contest dedicato alle giovani aziende con idee innovative, il Klimahouse Startup Award che dà loro la possibilità di contendersi un riconoscimento che certifica la bontà del loro prodotto; il premio verrà consegnato venerdì 24 gennaio al Noi Techpark e consisterà nella concessione di uno stand gratuito per Klimahouse 2021 del valore di oltre 1.800 euro.

Nell’edizione 2020 sono 16 le startup in gara; tra di esse la bolzanina Mas Roof, azienda incubata al NOI Techpark di Bolzano, creatrice del primo tetto multifunzionale: una copertura che non ha solamente una parte attiva, regolata dai pannelli fotovoltaici sulla superficie, ma anche una passiva che può contenere gli impianti indispensabili per il corretto funzionamento dell’abitazione, dal serbatoio dell’acqua fino al sistema di deumidificazione.

Graffiti 4 Smart City ha creato dei veri e propri mosaici da muro smart e installabili, per esempio, negli hotspot della città. Il prodotto è composto da sottili e rivoluzionarie tessere da muro inseribili nelle pareti e collegabili direttamente al proprio smartphone sfruttando la tecnologia 5G, che permettono di accedere a una serie di servizi.

La tecnologia è stata usata anche a Matera, capitale europea della cultura 2019, dove 11 muri cittadini sono stati decorati con mosaici in resina biobased, 100% biodegradabili nella loro componente vegetale.

Presente in Future Hub anche Bio Building Block, azienda impegnata nel campo delle green technology che ha ideato dei moduli brevettati innovativi, prefabbricati in legno o materiale composito, ideali per realizzare pareti, strutture portanti o interi edifici in maniera rapida ed economica, senza dover ricorrere ai metodi tradizionali. La startup garantisce realizzazioni edili ecocompatibili con elevato coefficiente di isolamento, sia termico che acustico.

Dall’Olanda la startup Wansdronk Architektuur ha dato vita al progetto Emporium, che unisce un innovativo concetto edilizio per costruzioni a energia-zero (o a energia solare) con un utilizzo economico di energia e materiali.

Il progetto è in grado di conferire a corpi edilizi abitativi diverse facilitazioni climatiche: mediante l’ausilio di un deposito di acqua calda per esempio – unitamente ad appositi contenitori – si provvede alla fornitura della stessa e al riscaldamento degli ambienti.

Ugualmente, un deposito di acqua fredda, unito ad alcuni contenitori, provvede invece alla refrigerazione degli ambienti e del frigorifero. La sua realizzazione in termini economici viene sottolineata da emissioni-zero, biodiversità, sicurezza, salute e comfort.

Tra le altre startup in gara ci sono Accademia della Bioarchitettura, Eneren, FBP-Future is a Better Place, Glass to Power, Immobilgreen, Kasan, l’austriaca Meo Energy, Paleadomus, Radicsol, Rentmas e Wood Control.

Condividi: