Home Pets La nursery dei delfini, sulle coste della Sardegna

La nursery dei delfini, sulle coste della Sardegna

città: Olbia - pubblicato il:
golfo dei delfini

Golfo dei Delfini si trova nel mar Tirreno, nelle acque antistanti Golfo Aranci, nel nord della Sardegna. Un luogo scelto dalle mamme per accudire i loro piccoli che però non è esente da rischi e pericoli, visto il traffico navale che si intensifica soprattutto nei mesi estivi

Le acque antistanti Golfo Aranci nel nord della Sardegna sono a giusta ragione chiamate Golfo dei Delfini. In particolare in questa area si trovano esemplari di femmina (mamme e zie) con i cuccioli, una vera e propria nursery per i piccoli tursiopi.

L’associazione Worldrise Onlus, impegnata in questo mare per la tutela dei delfini, nel 2019 ha avviato un progetto di censimento con la tecnica della fotoidentificazione che consente a occhi esperti di individuare gli esemplari in base alla pinna dorsale.

Al progetto partecipa anche Me.Ri.S, Mediterraneo Ricerca e Sviluppo e questo studio durerà diversi anni per analizzare i comportamenti dei delfini e studiare azioni mirate di tutela.

La testimonianza della biologa marina Cristina Fiori, Project Manager del Golfo dei Delfini è davvero emozionante: “Sono bastati pochi mesi di monitoraggio per ottenere i primi risultati: da maggio a ottobre 2019, durante 829 ore passate in mare e 1.845 km percorsi, sono stati effettuati 81 avvistamenti di tursiopi e identificati 58 esemplari, riconoscibili grazie ai segni presenti sulla pinna dorsale, equivalenti alle nostre impronte digitali. Dalle analisi effettuate su questi dati, sono 10 le mamme e le zie avvistate con i cuccioli e i giovani, che sono stati incontrati per tutti i 6 mesi di osservazione, con un tasso di residenza variabile, che arriva anche al 100%, e dei legami sociali forti tra loro.Il fatto sorprendente è che sono stati avvistati degli esemplari fotografati 9 anni fa durante un precedente monitoraggio, ciò vuol dire che sono stanziali anche sul lungo periodo“.

Parallelamente l’obiettivo è quello di trasformare il dolphin watching in un’attività sostenibile che diventi un esempio di ecoturismo.

A tal proposito la compagnia di navigazione Corsica Ferries è stata coinvolta nel progetto e ha attuato attività di comunicazione sulle navi tramite poster e incontri con i ricercatori per sensibilizzare i passeggeri sulla migliore condotta per preservare questi meravigliosi mammiferi con le loro fragilità e bisogni.

Condividi: