Home Imprese Sostenibili Anche il benessere dell’ambiente va assicurato

Anche il benessere dell’ambiente va assicurato

città: Milano - pubblicato il:
assimoco

In linea con la propria missione di BCorp, Assimoco apre la strada a una nuova forma di tutela, protezione e promozione della sostenibilità. Ce ne parla Alessia Borrelli riassumendo tutte le novità che riguardano anche l’azienda stessa

Fare pace con l’ambiente, pensare l’inclusione in termini nuovi, promuovere il valore delle persone, mettere al centro relazioni di valore. Anche un’azienda come Assimoco, che di mestiere assicura, inizia l’anno con un nuovo modo di vivere la sostenibilità.

Interna ed esterna. “È impensabile uno sviluppo economico – è il pensiero di Ruggero Frecchiami, direttore generale di Assimoco che in fatto di sostenibilità vanta la certificazione BCorp quale unica compagnia assicurativa italiana – che non tenga in considerazione la sostenibilità delle proprie scelte e l’impatto delle proprie decisioni, oltre alle nuove domande di benessere sociale, alle opportunità offerte dalla finanza etica“.

I modelli economici che abbiamo sperimentato – continua Frecchiaminon sono probabilmente più adatti. Ci sono nuove emergenze e noi siamo consapevoli che il 2020 sia un anno decisivo. Per questo è importante orientare il nostro stile alimentare, energetico, ma anche i sistemi dell’economia e della finanza in una direzione più sostenibile“.

Sulla base di questi presupposti abbiamo chiesto ad Assimoco come essa stessa sta affrontando il tema della sostenibilità. Ci risponde Alessia Borrelli, la manager che cura lo sviluppo della cultura organizzativa implementandola anche sulle direttive tipiche delle BCorp. Assimoco, infatti, è una BCorp italiana.

Anzi, per dirla tutta siete la prima società di assicurazione italiana ad avere ottenuto la certificazione BCorp: quale è stato il percorso che avete messo in campo in questi anni e che vi ha portato a questo ottimo risultato?

alessia borrelli assimocoIl Gruppo Assimoco ha avviato il processo per diventare BCorp a fine 2017, con il coinvolgimento delle principali aree dell’organizzazione.

A maggio 2018, Assimoco ha acquisto la certificazione, prima compagnia di assicurazioni in Italia. L’aver conseguito questo risultato in così poco tempo è frutto del fatto che l’essere BCorp è sempre stato parte del Dna di Assimoco.

Il Gruppo affonda le proprie radici nel patrimonio culturale e valoriale del movimento cooperativo italiano, da sempre.

La compagnia ha impostato nel 2011 una strategia di turnaround incentrata sulla centralità delle persone che ne fanno parte: a partire dal 2015 Assimoco rientra fra le Best Workplaces in Italia.

L’attenzione, la cura e lo sviluppo delle persone ha condotto quindi Assimoco a conquistare in misura sempre più crescente la fiducia dei propri partner intermediari: negli ultimi 7 anni il Net Promoter Score – l’indice che misura la disponibilità a raccomandare il Gruppo Assimoco come partner assicurativo nel medio-lungo termine – è cresciuto del 25% (54,4% la rilevazione nel 2018).

Dal 2016 è attiva Rete del Welfare, la prima rete nazionale di imprese istituita da Assimoco che, insieme a partner assicurativi e bancari, offre un servizio di educazione finanziaria di qualità a norma UNI 11402:2011.

Abbiamo sviluppato con i nostri partner intermediari la figura del Welfare Planning Assicurativo: un programma di formazione e aggiornamento professionale specifico dedicato alle Banche che vorranno offrire consulenza ai propri clienti e diretto alla protezione e promozione del loro benessere.

Un’importante novità 2020: la nascita di EticaPro, il progetto assicurativo dedicato alle esigenze specifiche del Terzo Settore e del Consumo Critico. Etica Pro è un marchio distintivo che nasce dall’unione di tre aziende italiane etiche e solidali: Assimoco, Banca Etica, Caes Italia.

Lato dipendenti: su quali parametri legati alla sostenibilità volete agire in futuro?

Nel percorso per qualificarci come Società Benefit, abbiamo lavorato nell’identificare gli obiettivi specifici di beneficio comune. Il nostro scopo include infatti l’ambito della fioritura delle nostre persone.

Nella declinazione della nostra missione, è descritto l’impegno di Assimoco nel costruire un ambiente di lavoro in cui venga privilegiata la valorizzazione e la promozione delle persone, prendendosi cura del benessere dei dipendenti, promuovendo il giusto bilanciamento tra impegni personali e professionali e sviluppando il potenziale delle persone, in modo da renderle orgogliose e soddisfatte di lavorare con noi.

Avete recentemente cambiato gli uffici: quali miglioramenti per i dipendenti?

Puntiamo a favorire il dialogo, la collaborazione e i processi generativi dell’organizzazione ma anche abilitare le nostre potenzialità per dare sempre più attenzione all’ambiente e agli stili di vita sostenibili.

La nuova sede ci permette di lavorare in un ambiente a basso impatto ambientale in termini di gestione delle acque, energia e atmosfera, materiali e risorse, qualità ambientale interna (la nuova sede collocata al Centro Leoni di Milano è certificata Leed Silver – ndr).

Abbiamo già provveduta ad abolire la plastica monouso, in particolare bicchieri/piatti e bottiglie di plastica per l’acqua. Queste ultime non saranno più disponibili dalle vending machine, ma l’acqua potrà essere prelevata in modo gratuito da tutti i dipendenti dai beverini con accesso alla rete idrica.

Come benvenuto all’arrivo al Centro, tutti i dipendenti hanno ricevuto una borraccia Wami (altra BCorp italiana – ndr), e con l’acquisto della borraccia partecipiamo come Assimoco al progetto Wami dedicato ai pozzi in Africa.

La gestione rifiuti tecnologici è affidata alla collaborazione con Re Tech Life che rigenera ogni anno migliaia di computer dismessi da grandi aziende per poi destinarli a scuole e progetti sociali in Italia.

Anche il telefono fisso per ciascun dipendente non ha più senso in senso Assimoco a favore delle chiamate e videochiamate skype for business.

Luminosità degli spazi di lavoro. Nei nuovi spazi vi sarà più luce naturale grazie a più ampie superfici in vetro e grazie alla pianta quadrata del palazzo che garantisce l’ingresso di un flusso di luce centrale all’interno dell’edificio.

Migliore qualità dell’aria grazie all’aumento del numero di piante nei diversi locali.

Presenza di arredi certificati che non rilasciamo formaldeide.

L’energia elettrica utilizzata è al 100% proveniente da fonti rinnovabili.

Lato clienti: come procederete per diffondere il sapere delle BCorp?

Avvieremo nell’autunno una campagna indirizzata ai clienti per aumentare la consapevolezza del cambio di paradigma che stiamo vivendo e delle risposte messe in atto da Assimoco.

Abbiamo inoltre intenzione di lavorare con più intensità con la community delle BCorp italiane, in una logica di rete che abbraccia a pieno i nostri valori fondanti.

In particolare, abbiamo l’aspirazione di contribuire a rendere Assimoco un catalizzatore per lo sviluppo di un business generativo. Vorremo, così, avviare il contagio partendo proprio da chi collabora strettamente con noi, come i partner intermediari.

Condividi: