Home Eventi Salone del Mobile: bellezza ed etica

Salone del Mobile: bellezza ed etica

città: Milano - pubblicato il:
salone del mobile di milano 2020

Al Salone del Mobile di Milano una ricerca estetica che non si ferma e si arricchisce di valori etici in grado di incontrare la domanda, soprattutto delle nuove generazioni, sempre più attenta alla sostenibilità dei prodotti

È stata presentata a Milano la prossima edizione del Salone del Mobile che avrà luogo dal 21 al 26 aprile a Fiera Milano Rho.

Un’edizione in cui peserà la mancanza di circa 30mila presenze di visitatori cinesi a causa del Coronavirus, ma gli organizzatori hanno confermato che il salone si farà.

La parola chiave di questa edizione sarà bellezza, vero driver di innovazione, accanto alla parola etica, come sottolineato da Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile: “L’edizione 2020 del Salone del Mobile di Milano, confermerà il percorso etico e virtuoso intrapreso dalle imprese dell’arredamento. Perché quello di cui oggi necessitiamo è un approccio etico al design in grado di sostenere la ricerca di soluzioni più possibile sostenibili in un contesto globale e una crescente attenzione alle nuove generazioni che, mai come ora, sono interessate al valore intrinseco di ciò che acquistano per i propri ambienti abitativi o di lavoro. Si vedranno tante aziende impegnate nell’investire in prodotti e sistemi focalizzati rivolti al benessere delle persone e dell’ambiente“.

Questa edizione dunque sarà la vetrina dei progressi fatti dalle aziende che si stanno orientando sempre di più verso una produzione responsabile, virtuosa e una fruizione più equa dei prodotti.

Molte sono le aziende che si sono incamminate verso un’economia circolare. I dati presentati da Emanuele Orsini, presidente di Federlegno Arredo Eventi, segnalano che il 72% investe nel reimpiego di materiali riciclabili, il 44% utilizza prodotti riciclati, il 67% investe nella corretta gestione dei prodotti a fine vita, il 49% si impegna nel risparmio energetico e il 37/% utilizza energie rinnovabili.

Il valore della produzione italiana della filiera legno-arredo nel 2019 è di 42,5 miliardi di euro, in crescita dello 0,6% rispetto al 2018.

Complessivamente il macrosistema arredamento pesa 27,6 miliardi di euro e ha visto un aumento della produzione, in particolare destinata al mercato nazionale, dell’1,4%, rispetto al 2018, mentre l’export si conferma stabile (dati Centro Studi FederlegnoArredo).

EuroCucina, quest’anno presente con 84 espositori, proporrà le ultime novità e le tecnologie più all’avanguardia per elettrodomestici intelligenti in grado di dialogare fra di loro e garantire risparmio energetico, idrico e permettere il riciclo dei rifiuti, oltre a prolungare la vita stessa dei prodotti.

Condividi: