Home Imprese Sostenibili Eni for Human Rights, l’impegno dell’azienda per i diritti umani

Eni for Human Rights, l’impegno dell’azienda per i diritti umani

città: Roma - pubblicato il:
Eni for Human Rights

La difesa dei diritti umani non spetta soltanto alle Istituzioni, ma è anche una missione aziendale. Nel report Eni For Human Rights, la società ripercorre il lavoro svolto negli ultimi anni

Lo scorso 10 dicembre si è celebrata la Giornata mondiale dei diritti umani, istituita per ricordare la proclamazione da parte dell’Assemblea generale Onu della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, documento fondamentale che sancisce i diritti inviolabili dell’individuo.

Diritti acquisiti sulla carta, ma che restano disattesi per molti, con evidenti disuguaglianze che affliggono la nostra società e che spingono non solo istituzioni e realtà del terzo settore a farsi carico di questi valori, ma anche le imprese, che da tempo hanno integrato il rispetto dei diritti umani nelle proprie strategie aziendali.

Parità di genere, lavoro dignitoso e crescita economica, riduzione delle disuguaglianze, istruzione paritaria e di qualità, pace, giustizia, buona salute e benessere: questi gli obiettivi di sviluppo sostenibile specificamente dedicati alla difesa dei diritti umani.

Eni for Human Rights - agricoltura e sviluppo sostenibile

Il rispetto dei diritti umani è il prerequisito per sostenere una transizione energetica equa“. È quanto afferma Eni, che ha pubblicato il rapporto Eni For Human Rights che descrive l’impegno e le iniziative intraprese da Eni in materia di diritti umani, basandosi sul lavoro svolto negli ultimi anni, anche con la collaborazione di importanti organizzazioni di settore e di esperti internazionali.

Un documento che, come dichiara Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni, “mostra come il rispetto dei diritti umani sia integrato in ogni nostra attività, coinvolgendo le oltre 30.000 persone Eni e definendo il modo in cui ci relazioniamo con i nostri partner e fornitori, oltre che con le comunità locali che ci ospitano“.

L’approccio di Eni ai diritti umani è un elemento centrale della nuova missione aziendale, ispirata dai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sdgs).

A dicembre 2018, il Consiglio di Amministrazione ha approvato la Dichiarazione Eni sul rispetto dei Diritti Umani che segue i Principi Guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani (Ungps), evidenza dell’impegno attivo dell’azienda per la promozione dei diritti umani.

Il continuo impegno nell’ambito dei diritti umani ha permesso a Eni di classificarsi, nel novembre 2019, nel top 4% tra le 200 società valutate dal Corporate Human Rights Benchmark (Chrb), risultando anche best performer nella sezione Company Human Rights Practices.

L’integrazione del rispetto dei diritti umani è un processo in continua evoluzione: per questo ci impegniamo per il miglioramento continuo e crediamo che la trasparenza e la responsabilità supportino i nostri sforzi per salvaguardare e diffondere una cultura dei diritti umani” ha concluso Descalzi.

Eni for Human Rights - energie rinnovabili e sviluppo sostenibile

in collaborazione con Eni

Condividi: