Home Eco Lifestyle La borraccia come simbolo di consapevolezza

La borraccia come simbolo di consapevolezza

città: Milano - pubblicato il:
Bwt Bottle Award - La mia borraccia

Alla prossima Design Week di Milano sarà protagonista un progetto dedicato alla sensibilizzazione verso il rispetto dell’acqua. Bottle Award è un premio, un contest online e una mostra ai quali tutti sono invitati a partecipare

È stato lanciato il Bwt Bottle Award – La mia borraccia, un contest online, una mostra e una campagna di sensibilizzazione.

Artefici di questa iniziativa sono Bwt, società che si occupa di ricerca e sviluppo di servizi nel settore di trattamento dell’acqua e Filippo Solibello, conduttore del programma radiofonico Caterpillar e ideatore di M’Illumino di meno, campagna nata nel 2005 per sensibilizzare al risparmio energetico.

La mia borraccia è innanzitutto una campagna di sensibilizzazione sul consumo dell’acqua che culminerà durante il Salone del Mobile di Milano dal 16 al 21 giugno 2020.

In questa occasione lo showroom di Bwt, allo Spazio Vivaio8, ospiterà la mostra in cui verranno esposte oltre 100 borracce selezionate tramite il contest in un’installazione di borracce sospese come gocce d’acqua.

Accanto a quelle di design ci saranno cimeli di guerra, vecchie borracce, edizioni limitate, versioni ipertecnologiche utilizzate dagli astronauti, per creare una sorta di catalogo storico di questo oggetto che da sempre ha accompagnato l’uomo.

Nella serata del 18 giugno la giuria, composta da Stefano Ciafani, presidente Legambiente e Lorenza Baroncelli, direttore artistico della Triennale di Milano, sceglierà i vincitori che saranno premiati da Filippo Solibello.

L’invito alla partecipazione al contest è rivolto a tutti. Si può pubblicare la propria borraccia attraverso il sito dedicato, ma anche pubblicandola sui propri account Facebook e Instagram con l’hastag #lamiaborraccia.

Filippo Soliberro - Bwt Bottle Award - La mia borraccia

Nel manifesto del Bottle Award Filippo Solibello scrive: “La borraccia: un contenitore, un recipiente, uno scrigno. Un oggetto che fin dalla notte dei tempi accompagna l’uomo nel suo vivere quotidiano: anticamente era l’otre, poi la caraffa, la fiasca, la brocca, la fiaschetta e la bottiglia. La borraccia come necessità primordiale di portare con sé il liquido dal quale dipendiamo, ha segnato la storia delle civiltà e dei popoli che hanno abitato la Terra“.

E questo prezioso liquido, dal quale dipende la nostra sopravvivenza, nelle sue modalità di distribuzione e consumo ha un impatto particolarmente importante sull’ambiente. Ogni anno in Italia si consumano 11 miliardi di bottiglie di plastica di cui solo il 43% viene correttamente riciclato.

Le bottiglie di plastica rappresentano il 5% dei rifiuti provenienti da raccolta differenziata, questi sono i dati raccolti da Aqua Italia, l’Associazione Costruttori Trattamenti Acque Primarie, federata Anima Confindustria.

Bisogna però anche segnalare che negli ultimi anni è aumentato il consumo dell’acqua di rete degli acquedotti, grazie anche alle attività di promozione di molte amministrazioni comunali.

Nei prossimi decenni la richiesta di acqua potabile aumenterà del 55% in conseguenza della crescita della popolazione, dell’industria e dei consumi energetici. I cambiamenti climatici aumenteranno la siccità in molte aree del pianeta e questa risorsa diminuirà ancora.

Ecco perché è importante diffondere maggiore consapevolezza sull’utilizzo e il rispetto delle risorse idriche e Bwt Bottle Award si fa portavoce di questo messaggio.

Condividi: