Home Eco Lifestyle Natrue promuove il packaging sostenibile

Natrue promuove il packaging sostenibile

pubblicato il:
natrue cosmesi green

Le aziende di cosmesi green – rappresentate da Natrue – rafforzano il loro impegno verso l’utilizzo di nuovi materiali ecologici e la riduzione degli imballaggi. Le scelte dei consumatori possono fare la differenza stimolando i produttori verso soluzioni sempre più virtuose

Il settore della cosmesi biologica e naturale si interroga sulla riduzione del proprio impatto sull’ambiente e dice basta plastica. Natrue, l’associazione internazionale per la cosmesi naturale e biologica, con sede a Bruxelles, attiva dal 2007, sottolinea l’importanza di compiere un ulteriore sforzo e di focalizzarsi sul packaging promuovendo un’innovazione sostenibile.

Dal 2017 Natrue è partner del progetto UrBioFin che riguarda la trasformazione dei rifiuti solidi urbani in confezioni ecosostenibili per la cosmesi. Natrue partecipa a questo progetto coordinando le sue 60 aziende associate in vari Paesi e offrendo input per lo sviluppo di packaging innovativi.

Dopo un fase di ricerca, nel 2020 sarà scelto il materiale migliore per produrre imballaggi per uso cosmetico.

Ma i prodotti cosmetici hanno anche un’altra criticità, ovvero le microplastiche, quelle particelle di plastica inferiori a 5mm che vengono aggiunte ad alcuni cosmetici, in particolare gli esfolianti, o a prodotti per l’igiene orale.

Queste microplastiche non si sciolgono nell’acqua, passano facilmente attraverso i filtri degli impianti di trattamento delle acque entrando così negli scarichi che finiscono in mare dove persistono per anni non essendo biodegradabili.

I produttori di cosmetici green utilizzano alternative naturali come alcuni minerali inorganici (sabbia di quarzo) o prodotti di base vegetale (perle di cellulosa). Le aziende certificate Natrue seguono standard severi al riguardo che prevedono esclusivamente l’utilizzo di ingredienti naturali.

Sono dunque bandite le microplastiche. Allo stesso modo Natrue fissa requisiti per e la riduzione al minimo degli imballaggi che devono essere in materiali riciclabili.

Resta sempre valida l’importanza del ruolo del consumatore che con le sue scelte può orientare le produzioni e avvantaggiare le aziende più virtuose, come sottolinea Mark Smith, Direttore Generale Natrue: “I consumatori svolgono un ruolo chiave nella promozione di prodotti riutilizzabili e riciclabili perché la loro domanda contribuisce a modellare le pratiche sostenibili. La sensibilità verso comportamenti e processi sostenibili fa parte dei valori fondanti di Natrue. I criteri alla base del nostro standard includono infatti indicazioni sugli imballaggi come parte dell’impegno verso un’economia basata su prodotti sostenibili. Puntiamo a ridurre l’impronta ambientale globale attraverso pratiche maggiormente rispettose in grado di tutelare il futuro del nostro Pianeta“.

Condividi: