Home Imprese Sostenibili Mercato italiano dell’energia: le offerte luce sono molto green, quelle del gas...

Mercato italiano dell’energia: le offerte luce sono molto green, quelle del gas meno

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
mercato dell'energia green
foto PxHere

Quanto sono sostenibili le offerte del mercato dell’energia in Italia? Se quelle della luce sono per la maggior parte green, c’è molta strada da percorrere ancora per quelle del gas: un’analisi mostra la situazione attuale

I consumatori italiani si dimostrano – una volta di più – attenti all’ambiente anche nei fatti; Selectra, azienda che confronta le tariffe di luce, gas e internet, ha infatti analizzato le tariffe sul mercato dell’energia libero dei principali fornitori italiani, dipingendo un’immagine molto green.

Il 73% dei fornitori di energia elettrica – quindi una grande maggioranza – propone ormai esclusivamente offerte verdi o che hanno un’opzione green facoltativa, mentre soltanto il 27% propone tariffe tradizionali e non ecologiche.

Per quanto riguarda le tariffe, il 78% sono green (con il 62% del totale che prevede una fornitura da fonti rinnovabili inclusa nel prezzo e il 16% che la propone come opzione). Sostenibilità che non paga pegno in termini economici, visto che il costo delle offerte 100% rinnovabili risulta in linea con le offerte tradizionali non verdi.

Nei casi in cui, invece, l’opzione green è facoltativa, si arriva ad avere un sovrapprezzo di circa 5-24 €/anno, che fa pendere la bilancia della convenienza sicuramente verso l’offerta 100% verde non opzionale. Inoltre le offerte 100% digitali con pagamento RID e bolletta web costano in media il 9% in meno delle offerte non verdi.

La nota dolente riguarda invece le utenze del gas. Nonostante il gas naturale sia un combustibile fossile, esistono offerte che prevedono un impegno ambientale del fornitore (13% del totale del mercato dell’energia): il 55% di queste offerte green prevede una compensazione tramite crediti verdi generati da progetti a impatto positivo sulle emissioni di CO2, il 27% compensa le emissioni con la piantumazione attraverso piattaforme dedicate.

Soltanto il 18% delle offerte verdi sfrutta però il biogas, che eviterebbe la diffusione in atmosfera del metano. Tuttavia solo l’8% dei fornitori di gas propone ai clienti offerte con una componente ambientale, che risultano quindi molto meno diffuse rispetto a quelle della luce; inoltre, in media, le tariffe hanno un costo superiore dell’11% a quelle tradizionali.

tariffe mercato dell'energia

Mercato dell’energia: come scegliere un’offerta verde

Come orientarsi, dunque, nella scelta di una fornitura green sul mercato dell’energia italiano? Ecco quali sono gli accorgimenti da adottare per ottimizzare la voce “costo energia elettrica” e scegliere una tariffa green conveniente:

  • comparare il prezzo dell’offerta, i servizi e le modalità di pagamento in base alle proprie esigenze personali di consumo
  • valutare la possibilità di avere forniture di luce e gas con lo stesso fornitore, per facilitare la gestione delle bollette e le operazioni associate alle utenze energetiche
  • valutare la possibilità di negoziare una tariffa verde più conveniente attraverso un gruppo d’acquisto
  • valutare la strategia del fornitore in tema di sostenibilità sociale e ambientale, basandosi sulle informazioni sul sito e sui social media o andando ad approfondire i report non finanziari o i riconoscimenti dalle agenzie che valutano questo tipo di impegno (indice di sostenibilità Dow Jones, Euronext Vigeo, FTSE4Good Index e altri)

Solidarietà, alcune iniziative a favore dei consumatori

A causa dell’emergenza Coronavirus, alcuni fornitori e operatori del mercato dell’energia italiano hanno messo in campo azioni di solidarietà… Ne elenchiamo alcune.

Il gruppo internazionale Iberdrola ha varato una serie di iniziative a integrazione di quanto già previsto dalle disposizioni governative, in osservanza delle indicazioni dell’Autorità di settore, con un’attenzione particolare nei confronti dei clienti in difficoltà con i pagamenti delle bollette, che comprendono il blocco dell’applicazione di interessi passivi e la possibilità di reateizzazione straordinaria delle bollette scadute, fino a un massimo di 12 rate, per i clienti che a causa delle difficoltà dettate dal momento di emergenza si trovassero in condizioni di mancato o ritardato pagamento delle bollette.

ABenergie, produttore e fornitore di energia elettrica rinnovabile e gas naturale con sede principale a Bergamo e operante su tutto il territorio nazionale, ha scelto di contribuire ad alleggerire le spese mensili delle famiglie italiane praticando uno sconto del 10% sul costo della bolletta dell’energia elettrica per i propri clienti.

Pulsee ha deciso di rinnovare l’adesione a Solidarietà Digitale impegnandosi a sostenere le famiglie italiane offrendo un mese gratuito di bollette luce e gas ai nuovi utenti di luce e/o gas (offerta è valida fino al 30 aprile).

Condividi: