Home Eco Lifestyle Incentivare i dipendenti alla mobilità a due ruote: l’iniziativa di Oracle Italia

Incentivare i dipendenti alla mobilità a due ruote: l’iniziativa di Oracle Italia

pubblicato il:
mobilità urbana a due ruote - oracle italia
foto di PxHere

Come regolare il traffico urbano in modo sicuro, ecologico ed efficiente? È il dilemma di molti Comuni italiani – soprattutto le grandi città – che si trovano ad affrontare la ripresa in modo sostenibile. Interessante a questo proposito l’iniziativa di Oracle Italia per promuovere l’uso della bicicletta tra i suoi dipendenti

Mantenere un equilibrio tra mobilità dei cittadini, salute ed economia: non è facile rispettare le necessità di spostamento dei cittadini che devono lavorare e tornare alla vita di tutti i giorni ma, al tempo stesso, assicurare loro la necessaria distanza fisica e la sicurezza.

Non da ultimo impedire un’impennata dell’inquinamento che durante il lockdown si è molto attenuato, anche sulla Pianura Padana.

La capacità di treni, metropolitane, autobus e tram è stata infatti ridotta per permettere il rispetto delle norme di distanziamento fisico e se l’auto privata può sembrare una soluzione, certamente non è una pratica sostenibile – ambientalmente ed economicamente – nel lungo periodo.

Per questo le associazioni ambientaliste hanno invocato nei giorni scorsi una maggior attenzione – ovvero più risorse per lo sviluppo di infrastrutture e per incentivare le persone a cambiare modo di muoversi – verso il movimento sulle due ruote e attraverso i servizi in sharing (scooter elettrici, biciclette, monopattini).

Soluzione difficile da applicare per gli spostamenti su distanze lunghe, ma facilmente applicabile nelle nostre metropoli; soprattutto se questa proposta di mobilità urbana sostenibile utilizza le due ruote a pedalata assistita. Come nel caso dell’iniziativa messa in campo da Oracle Italia, insieme a Trek, per i suoi dipendenti di Milano e Roma.

Per incentivare l’uso delle due ruote per recarsi al lavoro, Oracle metterà a disposizione dei suoi dipendenti quattro city e-bike nella sede di Milano e altrettante in quella di Roma, raccogliendo i dati di utilizzo delle biciclette a pedalata assistita attraverso una specifica app per valutare i vantaggi ambientali ed economici della mobilità a pedali.

Certo i modelli Trek su cui i dipendenti Oracle Italia potranno sperimentare la comodità di una bicicletta a pedalata assistita sono di ultima generazione – si tratta delle Trek Allant+ 8 e Allant+ 7, mezzi concepiti per gli appassionati di e-bike che apprezzano alte prestazioni, stile ed efficienza.

Le biciclette hanno un telaio in alluminio idroformato ad alte prestazioni con Bosch Performance PowerTube da 625Wh nella Allant+ 8 e da 500Wh nella Allant+ 7, un potente sistema di azionamento Bosch Performance Line CX (250W, 75Nm) per sostenere velocità di crociera fino a 25km/h. Le biciclette inoltre dispongono di trasmissione Shimano a 10 rapporti (Allant+ 8) e a 9 rapporti (Allant+ 7), freni a disco idraulici, sistema di illuminazione anteriore e posteriore integrato, parafanghi e portapacchi posteriore e ruote da 27,5″ con perno passante.

Infine, entrambi i modelli sono compatibili con la tecnologia Range Boost: una batteria aggiuntiva che raddoppia la portata delle e-bike per consentire agli utenti di avere una maggiore autonomia.

Condividi: