Home Smart City Collegati a una Virtual Power Plant e guadagni

Collegati a una Virtual Power Plant e guadagni

pubblicato il:
virtual power plant
foto di asawin (PxHere)

Le Vpp (Virtual Power Plant) sono grandi batterie che permettono l’accumulo di energia rinnovabile con rilascio al sistema elettrico nazionale. In Italia da gennaio 2020 è attiva quella di sonnen che collabora con Ego per fare arrivare l’energia alla rete gestita da Terna. Vediamo come

Produrre energia verde e collaborare alla stabilità elettrica del Sistema Italia. Guadagnandoci, ovviamente anche un po’. Come? Facendo parte di una Vpp (Virtual Power Plant), una grande batteria virtuale che accumula energia rinnovabile prodotta dai singoli impianti e la rilascia al sistema elettrico nazionale.

Così, anche gli impianti domestici possono contribuire alla decarbonizzazione del sistema elettrico italiano.

Ovviamente, non è un’azione pro bono. In Italia, il progetto più interessante è quello della sonnenCommuninty che con Ego, operatore energetico attivo nella gestione del dispacciamento di impianti di generazione distribuita.

In questo caso i clienti sonnen beneficiano di un bonus di 1.500 kWh di energia all’anno.

Per capire meglio come si comportano le Virtual Power Plant abbiamo dato la parola Nicola Fergnani, assegnista di ricerca al Politecnico di Milano e Vpp Operations & Development in sonnen.

Il progetto sviluppato in modo congiunto da sonnen ed Ego è operativo da gennaio 2020 e ruota attorno alla sonnenCommunity costituita dall’insieme di tutti i proprietari di una sonnenBatterie potenzialmente interconnessi tra loro in una grande batteria virtuale che, oltre a fornire energia ai propri utenti, da oggi è pronta a fornire preziosi servizi di bilanciamento alla rete elettrica.

Sono proprio i clienti sonnen, grazie al servizio sonnenFlat 1500, a beneficiare di un bonus di 1.500 kWh di componente energia all’anno riconosciuto direttamente in bolletta, senza limiti mensili, per coprire i consumi residui, non coperti dall’energia autoprodotta.

Le sonnenBatterie installate nelle case delle famiglie italiane sono state integrate nella Uvam (Virtual Power Plant) di Ego promosso da Terna e Arera e consente alla generazione distribuita e alle fonti rinnovabili di partecipare ai servizi di rete e al mercato dei servizi di dispacciamento (Msd).

Dai dati rilasciati dalle due società, le sonnenBatterie e le unità di produzione e consumo aggregate da Ego, dislocate in diverse regioni italiane, realizzano una centrale elettrica virtuale con oltre 140 MW di potenza modulabile.

Condividi: