Home Imprese Sostenibili Piantiamo alberi con Garda (Gruppi e Associazioni Riunite a Difesa dell’Ambiente)

Piantiamo alberi con Garda (Gruppi e Associazioni Riunite a Difesa dell’Ambiente)

pubblicato il: - ultima modifica: 5 Agosto 2020
associazzione garda - piantumazione

Garda non è solo il lago, ma anche un’associazione: è l’acronimo di Gruppi e Associazioni Riunite a Difesa dell’Ambiente. Li abbiamo intervistati perché è molto interessante il progetto trasversale che hanno lanciato e che riguarda una call to action per piantare gli alberi rivolta a tutti: cittadini e associazioni

Obiettivo festeggiare quante più piante sono state messe a dimora durante la giornata nazionale degli alberi, che anche quest’anno cade il 21 novembre. L’iniziativa si applica sia ad aree comunali, previa autorizzazione, sia a terreni e giardini privati e l’associazione Garda fornisce informazioni e supporto pratico agli interessati.

Molti i Comuni che hanno già aderito. Ed è bello sapere che anche all’estero sono stati stimolati e seguono questa proposta green. L’elenco è provvisorio – ci dicono gli organizzatori – visto che viene aggiornato man mano che pervengono nuove adesioni.

Per aderire dunque è possibile andare sulla loro pagina Facebook (è possibile farlo anche tramite la mail [email protected])

A Salvatore la Magra che fa parte dell’associazione Garda abbiamo rivolto qualche domande per inquadrare questa call to action veramente green.

Si tratta di una call to action permanente, che vuole ottimizzare l’impegno a piantare alberi preferibilmente in un unico periodo (quello in prossimità del 21 novembre) sia per approfittare del risalto mediatico della giornata per questo tipo di impegno, sia per potere gestire azioni di altro tipo (per esempio realizzazione e installazione di nidi artificiali per avifauna selvatica) in altri periodi dell’anno.

Per gli alberi questo sarà il terzo anno. Il primo è stato casuale e ho organizzato con degli amici una semplice piantumazione di 25 alberi nel mio Comune (Peschiera del Garda); il secondo è stato quello della svolta, in cui ho iniziato a fare rete con altre persone per lo più alla loro prima esperienza e abbiamo piantato circa 350 alberi, con modalità talvolta differenziate, in 9 Comuni tra il veronese e il mantovano.

Questo sarà il terzo anno e l’obiettivo minimo è piantare 500 alberi in almeno 20 Comuni. Credo sin da adesso che lo supereremo abbondantemente.

In prospettiva, l’obiettivo a medio termine è di piantare almeno 1.000 alberi l’anno per 10 anni, quindi 10.000 alberi. Niente male per dei semplici cittadini senza nessuno dietro. Ma non escludo un’ulteriore crescita…

Il grosso del lavoro, però, non è piantare ma innaffiare, durante la stagione calda, per i primi 3/5 anni dall’impianto. Ecco perché è inopportuno piantare grandi numeri se non si è abbastanza numerosi e strutturati in ogni Comune: si rischia di scoppiare… Meglio 25 alberi in 20 Comuni, che 250 in soli 2 Comuni.

associazione garda - collage

A oggi quanti alberi avete piantato? E quanti sono ancora in buona vita?

24 nel primo anno ce l’hanno fatta. Grazie a innaffiature regolari di una squadra di 4 persone, 5 litri per pianta 2 volte a settimana; nonostante quella del 2019 sia stata una delle estati più calde dell’ultimo secolo. E mediamente è toccato 2 volte al mese a persona per 3 mesi (da giugno ad agosto).

Dei 350 dell’anno scorso non riesco a darti a oggi il dettaglio, perché il caldo senza piogge è iniziato appena da una settimana, quindi dovremo valutare a fine estate. A Peschiera, i 50 alberi circa piantati stanno tutti bene.

Potete anticipare cosa si deve/può chiedere a un Comune perché accetti la piantumazione degli alberi?

Presentare il progetto con l’entusiasmo di chi vuole rendere un servizio alla comunità, forte della presentazione di un’idea che comincia ad avere una storia alle spalle e, soprattutto, una rete che sembra stia funzionando bene.

Da quest’anno, inoltre, l’obiettivo è mettere in rete non solo semplici cittadini alla prima esperienza, ma anche associazioni locali e cittadini già piantatori di alberi in solitaria. Insomma gente che ha già scritto nel proprio Dna l’amore per gli alberi.

Avete anche consigli per piantare a regola d’arte?

Stagione giusta, piante preferibilmente giovani, rigorosamente autoctone, con attenzione a conciliare bene le specie da piantare con il luogo di piantumazione affinché, potenzialmente, fra tanti anni non si renda necessario rimuoverli, magari avendo cura di farsi aiutare dai bambini, i più entusiasti ogni volta.

Se ci pensi bene, in fondo le piantiamo per loro e per i loro figli. Non sono per noi, sono un regalo incondizionato per le generazioni future. Ne avranno bisogno.

Condividi: