Home Imprese Sostenibili Energia in Sardegna, lo studio Arera sullo sviluppo delle infrastrutture energetiche

Energia in Sardegna, lo studio Arera sullo sviluppo delle infrastrutture energetiche

pubblicato il:
energia in sardegna
Foto di PxHere

I risultati di un anno di analisi e ricerche comparative sullo sviluppo delle infrastrutture per la distribuzione di gas ed elettricità: Arera pubblica lo studio Energia in Sardegna

La Sardegna ha caratteristiche geografiche, economiche, demografiche e sociali che la differenziano dalle altre regioni Italiane; in particolare, la sua condizione di insularità ha molto limitato lo sviluppo di infrastrutture di tipo energetico.

Oggi, infatti, la Sardegna è l’unica regione italiana esclusa dalla metanizzazione: l’isola è priva di un sistema di trasporto del gas naturale, mentre esistono reti di distribuzione, in alcuni casi ancora in fase di realizzazione, che attualmente utilizzano altri combustibili.

Qui Terna e Snam hanno in programma importanti interventi di sviluppo infrastrutturale, con i progetti di costruzione del nuovo cavo Hvdchigh voltage direct current – Sardegna-Sicilia-Continente (chiamato anche Tyrrhenian Link) e della dorsale per il trasporto del gas metano.

Questi progetti si affiancano ad azioni di costruzione ed espansione delle reti di distribuzione sia per il gas, sia per l’energia elettrica, proposte dai distributori energetici, nonché alla realizzazione di depositi e rigassificatori costieri di gas naturale liquefatto.

Grazie alla pubblicazione da parte di Arera dello studio Energia in Sardegna – qui trovate l’executive summary e la versione integrale – le scelte che verranno effettuate per il futuro energetico e ambientale della Sardegna e per le sue infrastrutture, si possono ora basare su dati tecnici e scientifici, che permetteranno di confrontare differenti opzioni possibili.

Energia in Sardegna è stato commissionato dal regolatore per energia, reti e ambiente Arera a Rse Ricerca Sistema Energetico Spa, per poter disporre di una valutazione indipendente sulle possibili configurazioni infrastrutturali per lo sviluppo energetico dell’isola.

Nello studio – condotto attraverso interlocuzioni con la Regione Sardegna, con l’Università di Cagliari e con i principali operatori e distributori energetici – sono illustrate diverse configurazioni infrastrutturali a parità di sicurezza dell’approvvigionamento e di raggiungimento degli obiettivi europei e italiani in materia di energia e clima, in particolare in relazione allo sviluppo delle fonti rinnovabili previsto dal Piano Energia e Clima del Governo (Pniec).

Condividi: