Home Green Jobs Settimana della Scienza, un ricco programma per introdurre la Notte dei Ricercatori

Settimana della Scienza, un ricco programma per introdurre la Notte dei Ricercatori

pubblicato il:
settimana della scienza
Foto da PxHere

Dal prossimo sabato 21 novembre parte la Settimana della Scienza con un ricco programma di eventi scientifici e divulgativi che introdurranno poi la Notte Europea delle ricercatrici e dei ricercatori

Un appuntamento ricorrente e che anticipa quello della Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori: il progetto Earth lancia anche quest’anno – così travagliato dal punto di vista sanitario e così bisognoso di contributi scientifici seri, puntuali e portatori di speranza – la Settimana della Scienza, un appuntamento pensato per le scuole ma aperto a tutti coloro che hano la passione per la scienza.

Ecco che allora, in attesa di venerdì 27 novembre, Frascati Scienza propone un anticipo di quanto si potrà scoprire durante la notte della ricerca a partire da sabato 21 novembre.

Il tema dell’edizione 2020 è appunto Earth – EnhAnce Resilience Through Humanity – e vuole promuovere la resilienza attraverso gli uomini e le donne. Tutti gli eventi organizzati, in ottemperanza degli ultimi Dpcm e per garantire la sicurezza dei partecipanti, si svolgeranno online (qui trovate tutte le informazioni sul programma e la partecipazione).

Il programma della settimana della Scienza per le scuole

Il palinsesto delle iniziative sarà aperto dall’Università di Roma Tre con Benvenuti All’AstroGarden per conoscere le curiosità attraverso il mappamondo orientato del giardino astronomico del Dipartimento di Matematica e Fisica.

Dal 23 e fino al 27 ci saranno i Cervelli fumanti insieme ai divulgatori scientifici di Fondazione Airc per la Ricerca sul Cancro, un webinar interattivo che fornisce ai giovani numerose informazioni sul fumo per limitare la possibilità che possa prendere il controllo su di loro.

A seguire i Lanciatori Spaziali di Esa – Agenzia Spaziale Europea, un laboratorio per ragazzi della scuola primaria (23 e 24 novembre) e secondaria di primo grado (25 e 26 novembre) nei quali sarà possibile costruire un modellino e scoprire come fa un lanciatore ad arrivare fino a 800 km di distanza dalla Terra.

Dal 25 al 27 Fondazione Umberto Veronesi nel webinar Io vivo sano Alimentazione e Movimento ricorderà che la prevenzione inizia quando ci sediamo a tavola.

Banca d’Italia mostrerà I droni nella manutenzione immobiliare, un ulteriore impiego per la conservazione di edifici storici e interventi di restauro. Inoltre nell’evento Cybersecurity, consapevolezza è protezione aiuterà i ragazzi a scoprire tutte le le tracce che lasciamo in rete e le possibili minacce cui ci esponiamo.

L’associazione Laureati Ateneo Cassino e Lazio Meridionale ha pensato a una riflessione su sentimenti di unione e appartenenza partendo dalle Origini Cammino di San Benedetto verso un itinerario europeo.

Giocattoli biodegradabili e insetti per la bellezza, sono solo alcune delle cose che si potranno scoprire in La bioeconomia e i prodotti bio-based con Fva-New Media Research e i progetti Europei Biovoices e Biobridges.

Venerdì 27 ci sarà SuperEvolotto, una tombola dedicata alle scuole in cui non si estraggono numeri ma variabili ambientali a cura dei divulgatori scientifici di Associazione G.Eco.

Scienza Divertente Roma proporrà invece delle Letture-esperimenti Piccola guida per Ecoschiappe. Sempre nella mattina di venerdì due eventi per le scuole secondarie di secondo grado: Turismo e nuovi scenari post Covid-19 tra responsabilità e prossimità organizzato dal dal Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Agenda Un 2030 e l’Europa del Green Deal a cura del Crea – Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria.

Il programma aperto a tutti

Sabato 21 novembre si svolgeranno Mindsharing.tech e CoderDojo Spqr, laboratori di attività di coding per bambini e ragazzi.

Ricco di esempi di resilienza il programma dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro: dalle macerie di Amatrice, ai dipinti murali, passando per nuove tecnologie e tante curiosità da scoprire.

Vulcani, acceleratori di particelle, dinosauri e molto altro nel palinsesto dell’Università di Roma Tre. Nei pomeriggi infrasettimanali dal 23 al 26,pillole di scienza con It’s Earth o’ clock, a cura dei ricercatori di Raffa fa Cose e Parola ai Ricercatori, ogni pomeriggio un’intervista diversa agli esperti dell’Università di Roma Tre.

Con lo stesso ateneo è stato organizzato anche un approfondimento dedicato al Covid-19 con la Prof.ssa Elisabetta Affabris, docente di Virologia del Dipartimento di Scienze, in A tu per tu col Coronavirus.

Condividi: