Home Eco Lifestyle Dal sughero si ricava una pelle Veg

Dal sughero si ricava una pelle Veg

pubblicato il:
corkskin pelle veg sughero

Il sughero è un materiale naturale e sostenibile, utilizzato in vari settori produttivi, dalla moda all’edilizia, fino alla nautica. L’azienda Sace ha sviluppato anche una linea fashion per la produzione di calzature e accessori

Il sughero diventa pelle: CorkSkin è infatti una linea in tessuto naturale in sughero che ricorda la pelle e dalla texture morbida e che viene utilizzata per la realizzazione di pelletteria, calzature e accessori.

A inventarla è stata un’azienda italiana: Sace Components, attiva da quarant’anni e specializzata nella produzione e nella vendita di semilavorati in sughero, destinati a vari settori, dalle calzature agli accessori, dall’edilizia alla nautica.

Il sughero si ricava da una quercia che vive in alcune zone del bacino del Mediterraneo occidentale.

La pelle veg, nelle sue diverse versioni, si ispira alle pelli pregiati esotiche, si impreziosisce di stampe a rilievo con diversi disegni ed effetti, verniciature con colori cangianti, metallici e opachi.

La linea comprende anche CorkSkin Touch, un tessuto in sughero con microfibra ancora più morbido e piacevole da indossare, oltre a tessuti con 3DWood a base di legno lavorato con tessuto, particolarmente flessibile e resistente per la realizzazione di calzature e pelletteria.

Abbiamo approfondito la tematica della sostenibilità di questo materiale, delle lavorazioni e della produzione con la titolare Gloria Capriotti.

gloria capriotti - sughero - sace

Da dove proviene il sughero da voi utilizzato? Sono foreste certificate?

Il sughero proviene dalle cortecce di un particolare tipo di quercia, la Quercus Suber, un albero sempreverde originario dell’Europa sud-occidentale e dell’Africa nord-occidentale.

Il sughero che noi utilizziamo proviene principalmente dal Portogallo che ne è il maggior produttore a livello mondiale, ma anche da Sardegna e Algeria.

Come avviene la raccolta del sughero? L’albero al quale viene presa la corteccia quanto vive? L’estrazione è manuale?

Una sughera ha un’aspettativa di vita che va da 250 a 350 anni e sono necessari almeno 25 anni prima che sia possibile raccogliere la corteccia per la prima volta.

Il primo sughero a essere estratto viene definito vergine ed è caratterizzato da una struttura dura e irregolare. Quando, durante la prima raccolta, il sughero vergine viene rimosso, un nuovo strato di sughero inizia la sua crescita.

Il primo di questi strati viene chiamato sughero secondario e verrà raccolto dopo 9 anni. Nel contesto della sensibilità ambientale in cui Sace opera, è bene ricordare che il sughero è l’unico albero la cui corteccia si rigenera dopo ogni raccolta, offrendo ogni volta una trama più regolare e lasciando l’albero intatto per molte generazioni.

La corteccia di una sughera può essere raccolta con sicurezza per la pianta fino a 20 volte durante il suo ciclo vitale.

Le lavorazioni che vengono effettuate sulla materia prima (laminazione, verniciatura) sono sostenibili?

Le lavorazioni che effettuiamo sul sughero vengono svolte con il massimo riguardo per le qualità del materiale e rispettano tutti i requisiti dati dal regolamento Reach dell’Unione Europea.

L’azienda ha effettuato o ha in programma miglioramenti alla propria filiera produttiva in termini di sostenibilità (pannelli solari, riduzione emissioni, riduzione utilizzo dell’acqua)?

Siamo un’azienda che ha la sostenibilità al centro del suo core business, per questo motivo abbiamo in corso continue valutazioni su come efficientare e rendere più sostenibile la nostra produzione.

Al momento stiamo facendo delle valutazioni a riguardo, in modo che in futuro potremo realizzare gli interventi di miglioramento più adeguati alla nostra azienda.

Dove sono distribuiti i prodotti della divisione fashion?

Siamo un’azienda B2b quindi distribuiamo i nostri prodotti ad altre aziende, che li utilizzano nelle loro produzioni e commercializzano il prodotto finito con i loro brand.

Il consumatore non troverà quindi sul mercato direttamente i nostri prodotti a marchio.

 Su quale divisione Sace punta di più tra il settore fashion, l’edilizia e la nautica?

Consideriamo che la trasversalità sia uno dei punti di forza dell’azienda e il nostro obiettivo è essere presenti con il sughero in settori differenti.

Per questo ci impegniamo nello sviluppo di prodotti e tecnologie innovative in tutte le nostre divisioni: da Sace Fashion&Style, dove proponiamo linee di prodotto basate sul rispetto dell’ambiente seguendo sempre i trend della moda, a Sea&Swim dove abbiamo saputo sfruttare a pieno le doti naturali e straordinarie del sughero per creare prodotti altamente performanti per il settore, fino alla divisione Insulation, con la costante ricerca e realizzazione di ecomateriali per l’edilizia provenienti da fonti rinnovabili.

Vogliamo, dunque, essere un’azienda poliedrica, capace di soddisfare le diverse necessità di tutti i settori in cui operiamo.

Come comunica Sace il valore del suo prodotto naturale?

Il sughero rappresenta il cuore della nostra azienda. Per sostenere con orgoglio questo materiale che utilizziamo e promuoviamo da anni, abbiamo di recente realizzato Io sughero, il primo manifesto di sostenibilità del sughero, in cui, in 10 punti, raccontiamo le sue peculiarità e le sue caratteristiche di sostenibilità.

Il nostro obiettivo è quello di farci portavoce delle potenzialità di questo materiale e di quanto esso costituisca un virtuoso esempio di economia circolare.

Ci piace definire il sughero come una storia che racconta tante storie diverse, per questo abbiamo anche creato un blog dedicato, raccontando le potenzialmente infinite innovazioni derivanti da questo materiale e il suo contributo in termini di sostenibilità.

Silvia Massimino Silvia Massimino: è convinta che le scelte di tutti i giorni possono fare la differenza. Da tanti anni si occupa di moda, in particolare di moda sostenibile, per informare e comunicare gli sviluppi del settore; è stata attivista per i diritti degli animali, altra sua grande passione | Linkedin
Condividi: