Home Imprese Sostenibili Procurement sostenibile e Open innovation: Eni ha lanciato la piattaforma eniSpace

Procurement sostenibile e Open innovation: Eni ha lanciato la piattaforma eniSpace

pubblicato il: - ultima modifica: 18 Dicembre 2020
eni enispace

Eni attraverso la sua piattaforma eniSpace punta a rafforzare il rapporto con gli stakeholder della sua supply chain, offrendo loro strumenti di comunicazione e di collaborazione che li aiutino a rendere semplice e veloce il flusso operativo tra cliente e fornitore

L’unione fa la forza” dice un proverbio ed è indubbio che, nel mondo globalizzato attuale, nessun processo di trasformazione profondo può essere portato avanti da una sola azienda. I temi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica richiedono sinergie e conoscenza profonda dei “compagni di viaggio“.

Il processo di cambiamento di Eni è iniziato da tempo e continua con eniSpace, la piattaforma lanciata dall’azienda a maggio. L’obiettivo è di moltiplicare le forze attraverso la collaborazione “di tutte le imprese che vogliono essere protagoniste con Eni del futuro dell’energia in Italia e nel mondo” afferma Costantino Chessa, responsabile Procurement di Eni.

Da qui nasce l’iniziativa Just – Join Us In a Sustainable Transition – per “tutelare il nostro ambiente, ridurre le emissioni, favorire la crescita sociale, adottare modelli di circular economy e rendere lo sviluppo economico il motore di un futuro sostenibile per tutti – continua il manager che, conclude – in termini concreti vuol dire che vogliamo cercare nuovi fornitori, nuovi mercati e nuove esperienze e allo stesso tempo approfondire le conoscenze di sostenibilità di chi già lavora con noi, vogliamo ricevere proposte e soluzioni innovative nelle gare, funzionali alla transizione energetica“.

Per riuscirci è stato completamente rinnovata la piattaforma dedicata ai fornitori di Eni, trasformandola in eniSpace – Supplier Platform And Collaboration Environment – ovvero un canale di comunicazione, di collaborazione, strumento di open Innovation che si unisce ai classici processi di procurement.

Allo spazio comune – come viene definito da Eni – i fornitori hanno collaborato direttamente per renderlo più fruibile e semplice, trasformandolo in una piattaforma interattiva che possa anche essere una vetrina dedicata a chi collabora o vuole collaborare con Eni.

Quattro le sezioni che compongono lo spazio collaborativo di Eni: Just, Opportunità di Business, Innovation Match e Agorà.

L’iniziativa Just è un invito ai fornitori attuali o potenziali, a tutte le realtà aziendali coinvolte nella filiera produttiva, a partecipare alla transizione energetica di Eni. Ispirata ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sdgs) delle Nazioni Unite ha l’obiettivo di coinvolgere i fornitori nel processo di transizione energetica equa e sostenibile dell’azienda e nell’applicazione dei principi di tutela ambientale, di crescita sociale e di sviluppo economico nella relazione tra Eni, i propri fornitori e gli attori della sua supply chain.

La sezione Opportunità di Business consente di scoprire i prodotti e i servizi di cui Eni è alla ricerca, di candidare la propria azienda nelle categorie merceologiche o tra i fornitori in ambito “settori speciali“, rimanere aggiornati sui bandi di gara attivi e ricevere dettagli su come proporsi.

La terza sezione è Innovation Match e si propone di ricercare e individuare soluzioni innovative tra gli attuali fornitori o nelle nuove realtà che vogliono collaborare con Eni (startup, grandi aziende, pmi, centri di ricerca).

Un esempio della funzione di questa sezione è rappresentato dalla recente call Superiamo l’emergenza per l’individuazione di idee, tecnologie e soluzioni che garantiscano un rilancio delle attività lavorative in sicurezza.

Il processo di valutazione ha individuato tre aziende tra circa 70 candidature: FabbricaDigitale con il suo prodotto di gestione degli spazi di co-working e lo smart working Workhera, IsCleanAir con la tecnologia brevettata Apa (Air Pollution Abatement) e International Care Company con l’app Doc24 che fornisce consulenze mediche in real time e on-demand.

Infine, l’ultima sezione Agorà, è una piazza virtuale che serve a far conoscere le esperienze e le best practice dei fornitori Eni a tutti gli stakeholder.

Insomma, eniSpace è uno spazio che permetta a Eni di essere più vicino alle aziende con cui già collabora e di trovare quelle con cui collaborare sulla base di una comune visione verso la transizione energetica.

enispace

Abbiamo bisogno di tutti i nostri fornitori per conoscerli ancora meglio e per valorizzare i loro punti di forza sui temi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, per questo gli chiederemo di condividere con noi cosa hanno fatto di innovativo, quali sono le storie di successo, le competenze, le soluzioni tecnologiche e le iniziative di sostenibilità – dice Chessa, che conclude – La sfida sulla transizione energetica si gioca sulla capacità di trovare soluzioni nuove sui temi della decarbonizzazione, dell’economia circolare, della mobilità sostenibile e dello sviluppo economico e sociale, per questo è fondamentale unire le forze e valorizzare le migliori best practice del nostro paese per affrontare questo processo di trasformazione“.

In collaborazione con Eni

Condividi: