Home Eco Lifestyle La tavola delle feste amica della Natura

La tavola delle feste amica della Natura

pubblicato il:
pranzo di natale green
Foto di Nicole Michalou da Pexels

I momenti conviviali delle festività natalizie e di fine anno possono essere vissuti nel rispetto di tutti, senza rinunce. Menù a basso impatto ambientale e senza crudeltà per condividere con i propri cari scelte più consapevoli

Si avvicinano le feste e, anche se quest’anno saranno più contenute e limitate all’ambito dei famigliari più vicini, molti non rinunceranno a pranzi e cenoni.

L’invito è quello di porre attenzione alle proprie abitudini per salvaguardare e proteggere l’ambiente. Un pranzo di Natale tradizionale per quattro persone composto da antipasti, cappelletti in brodo, arrosto, frutta importata come noci e datteri, dolci e prosecco, ha un impatto quantificabile in 150 kg di CO2, pari a un volo Milano-Londra, secondo le stime di Pulsee, compagnia di energia sostenibile da fonti rinnovabili.

Oggi però le alternative sono moltissime e consentono di non rinunciare ai piaceri della tavola, basta fare scelte più consapevoli prediligendo un menù con meno carne, più frutta e verdura di stagione e altri alimenti freschi a km zero.

Attenzione anche agli sprechi. Gli avanzi della tavola delle feste possono essere riutilizzati con creatività per creare nuovi piatti sfiziosi.

Pranzo di Natale con una tavola cruelty free

Per chi è attento all’ambiente e alla vita degli altri esseri viventi Animal Equality ha realizzato insieme a otto chef e influencer la Guida a un Natale senza crudeltà per dimostrare che si possono imbandire le tavole senza rinunciare al gusto e senza utilizzare ingredienti di origine animale.

Un ricettario 100% vegetale gratuito e scaricabile in pdf che comprende 21 ricette che faranno ricredere anche i più scettici. Qualche esempio?

Alessia ed Eric di Elefanteveg (oltre 50mila follower) propongono le loro tagliatelle integrali con carciofi e arancia, Filippo e Jurgita di Veggie Situation (66mila follower) con la lasagna a sei piani, lo chef napovegano che rende veg le ricette della tradizione napoletana come il tipico casatiello.

Sul profilo di instagram di Animal Equality e su quello degli 8 chef coinvolti si trovano i video e foto dei piatti proposti con l’invito di provare le ricette e postare i risultati.

Si associa anche la Lav, Lega Anti Vivisezione, che come ogni anno pubblica sul suo sito nella sezione Cambiamenu le sue ricette, tutte da provare.

Il menù per il Natale 2020 valorizza la ricchezza del mondo vegetale in armonia con il pianeta, gli animali e con la salute, per condividere cibi senza crudeltà ma ricercati e sfiziosi.

Si parte con il cestino delle feste, un antipasto friabile con zucca e cavolo per continuare con i ravioloni del bosco con ripieno di funghi e quenelle di erbette e a seguire il rollè di seitan con patate croccanti. E per finire, la torta al cioccolato fondente con interno a sorpresa.

Tutte le ricette curate da Funny Veg Academy sono scaricabili sul sito. Insomma si può godere dei piaceri della tavola e della gastronomia portando in tavola alimenti sani e piatti di impatto senza avere sacrificato la vita di nessuno. E questo non è poco.

Condividi: