Home Eco Lifestyle I musei lombardi ripensano il loro modello operativo, che diventa virtuale

I musei lombardi ripensano il loro modello operativo, che diventa virtuale

pubblicato il:
innovamusei - tour virtuale chiaravalle e mirasole

Dal reale al virtuale: il circolo virtuoso dell’arte si chiude con i nuovi modelli operativi che, in Lombardia, musei e siti culturali hanno dovuto implementare e mettere in atto per risolvere il problema dell’isolamento causato dalla crisi sanitaria. Gli esempi di InnovaMusei e dei siti di Chiaravalle e Mirasole

In Lombardia nasce il progetto InnovaMusei, grazie alla collaborazione tra Regione Lombardia, Fondazione Cariplo e Unioncamere Lombardia che vuole sperimentare una modalità operativa che punta sul virtuale e che può essere replicata in diverse situazioni, per permettere alle istituzioni culturali lombarde di permettere la fruizione dei propri contenuti al pubblico, nonostante le limitazioni imposte dalla crisi sanitaria.

Il progetto, supportato da Cariplo Factory, darà supporto alle istituzioni culturali territoriali e alle imprese culturali e creative (Icc) e le aiuterà a sviluppare rapporti di collaborazione tra le Istituzioni Museali e gli Ecomusei riconosciuti da Regione Lombardia (195 raccolte museali e musei e 34 ecomusei riconosciuti).

Un’azione sinergica che interviene su un settore economico messo duramente alla prova dall’emergenza e che si propone, afferma Stefano Bruno Galli, assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia, di rilanciare i luoghi della cultura in generale lavorando sull’attrattività e quindi di “investire nelle mostre, nelle ristrutturazioni e anche nelle innovazioni tecnologiche. Di qui l’intuizione di cercare una convergenza fra le imprese culturali e creative e l’offerta museale, allo scopo di renderla più dinamica, vivace e moderna. I progetti elaborati dalle Icc, e proposti ai Musei e agli Ecomusei, saranno incentrati sulla digitalizzazione e sull’innovazione tecnologica“.

Per rilanciare l’importanza della cultura ma anche per sostenere economicamente il settore che, fino al 2019, ha prodotto in Italia un valore pari a 95,8 miliardi di euro che, grazie all’effetto moltiplicatore, è quantificabile in 169,6 miliardi di euro.

Ecco allora la proposta InnovaMusei che si propone di supportare i musei lombardi nel ripensamento del proprio modello operativo attraverso l’incontro e la contaminazione con le Icc più promettenti del territorio, per la crescita e l’innovazione del settore culturale e creativo.

Con una base tecnologica come questa le istituzioni culturali saranno liberi di fare una riflessione sull’opportunità di identificare nuovi e ulteriori sistemi di offerta culturale per conservare il proprio ruolo nella comunità.

In questo modo sarà possibile sviluppare paradigmi sperimentali per proporre e vivere la cultura come strumento di partecipazione alla vita sociale, economica e civica, ma anche come motore di rigenerazione delle identità locali.

Il primo passo del progetto InnovaMusei sarà, quindi, il lancio della call Icc per sollecitare l’invio delle candidature, cui seguirà il coinvolgimento dei musei e degli ecomusei lombardi.

Chiaravalle e Mirasole, un virtual tour per visitarle

Se non è possibile visitare le famose abbazie milanesi di persona, ben venga la possibilità di effettuare una visita guidata virtuale.

Il progetto digitale – sviluppato grazie a Koinè, Progetto Mirasole e VirtualTour-36 e sostenuto da Parco Agricolo Sud Milano, Consorzio Tutela Grana Padano e Depuratore di Nosedo gestito da Mm – metterà a disposizione dei visitatori virtuali fotografie a 360°, schede dettagliate, interviste, audio, video e opuscoli scaricabili.

Con i Virtual Tour multimediali – gratuiti e che dispongono di un supporto vocale che legge tutti i contenuti presenti, sia in italiano che in inglese – si avranno a disposizione 63 hotspot sulla chiesa del XIII secolo, il chiostro, la cappella, il cimitero monastico, il mulino, il refettorio dei monaci, la sala del capitolo, la bottega dei monaci di Chiaravalle e 44 hotspot su chiesa, chiostro, corte e bottega di Mirasole.

A breve saranno inoltre disponibili le visite guidate virtuali a pagamento, con una guida che dal vivo accompagnerà i visitatori alla scoperta delle due abbazie utilizzando il virtual tour multimediale, arricchito dalla possibilità di interagire in diretta.

Condividi: