Home Imprese Sostenibili Bioeconomia circolare: agroalimentare, ambiente, energia ed economia circolare

Bioeconomia circolare: agroalimentare, ambiente, energia ed economia circolare

pubblicato il:
bioeconomia circolare
Foto da Pexels

Una collaborazione quinquennale tra l’Università di Bologna e Caviro per lo sviluppo di attività di bioeconomia circolare, tra le quali l’agroalimentare, l’ambiente, l’energia e l’economia circolare

L’accordo quadro sullo sviluppo della bioeconomia circolare, siglato tra Università di Bologna e Caviro, importante cooperativa del settore vitivinicolo, avrà una durata di cinque anni e si pone l’obiettivo di sviluppare progetti e iniziative nei settori Food and Beverage e Bioeconomia circolare.

Una collaborazione già attiva e cha ha prodotto interessanti iniziative, come per esempio il Master BioCirce – Bioeconomy in the Circular Economy, ma anche attività pratiche come l’impianto sperimentale B-Plas Demo per la produzione di plastica biologica e biodegradabile derivante da fanghi di depurazione.

Università di Bologna e Caviro partecipano da tempo al Cluster Nazionale Agrifood e ai lavori del Comitato Nazionale di Biosicurezza, Biotecnologie e Scienza della Vita della Presidenza del Consiglio e le loro attività sono censite dalla Fao e dal Comitato Biotecnologie, nanotecnologie e tecnologie convergenti dell’Ocse.

Attività e iniziative che avranno un forte impatto sul nostro futuro ma, soprattutto, sulla vita dei nostri giovani che, pertanto, avrebbero il diritto di essere ascoltati sulle decisioni e sui provvedimenti che incideranno sul loro futuro.

Lo ha affermato Enrico Giovannini, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che ha aggiunto “crediamo fermamente che in Costituzione vada inserito il principio di giustizia intergenerazionale che è alla base dello sviluppo sostenibile“.

E proprio la crescita sostenibile è al centro del progetto per la creazione di una Test House da parte della Rei Lab – finanziato da Intesa Sanpaolo con 8 milioni di euro – con obiettivi in innovazione, Esg (Environmental, Social, Governance) ed economia circolare.

L’iniziativa si propone di sviluppare un centro in grado di svolgere tutte le prove e le certificazioni di durata, design validation, process validation e conformità dei pacchi e dei moduli delle batterie elettriche per il settore automotive, elemento centrale per lo sviluppo della Motor Valley e della mobilità green.

Condividi: