Home Eco Lifestyle Francesco Guccini e il Bosco della Memoria

Francesco Guccini e il Bosco della Memoria

pubblicato il:
bosco della memoria

Il Bosco della Memoria non è una nuova canzone, bensì un progetto di piantumazione dedicato a chi è deceduto per il Covid-19, cui Francesco Guccini, il celebre cantautore, ha dato l’endorsement

Nelle canzoni di Francesco Guccini gli alberi non mancano. Mitica è L’albero ed io nella quale il cantautore esprime forse anche un suo desiderio:

Quando il mio ultimo giorno verrà dopo il mio ultimo sguardo sul mondo.
Non voglio pietra su questo mio corpo, perché pesante mi sembrerà.
Cercate un albero giovane e forte, quello sarà il posto mio…

Ora, questa bellissima poesia musicata, torna in mente perché proprio Guccini ha dichiarato il proprio sostegno al Bosco della Memoria, iniziativa sviluppata dall’amministrazione comunale di Bergamo.

Obiettivo creare e finanziare (è già stato avviata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso) un luogo che, proprio grazie alla natura, rimarrà vivo a ricordo delle persone scomparse a causa del Covid-19.

Piantare un albero per ogni persona scomparsa per il Covid è un’idea eccezionale – ha commentato il cantautore – Piantare un albero è sempre un’ottima idea. In questo caso, l’albero rappresenta qualcosa che rimane nel tempo, che va avanti negli anni. Quindi, il ricordo di queste persone rimarrà“.

La cerimonia di posa del 18 marzo segnerà la partenza ufficiale di un intervento che prevede, entro il prossimo autunno, la piantumazione complessiva di circa 750 tra alberi e arbusti presso il Parco della Trucca, area verde scelta per la prossimità al Papa Giovanni XXIII, il presidio sanitario più coinvolto nella lotta al virus durante la prima ondata e ancora oggi impegnato nella battaglia.

Il progetto è pensato dall’Associazione Comuni Virtuosi.

Condividi: