Home Imprese Sostenibili Verosughero, un’alternativa sostenibile alla plastica

Verosughero, un’alternativa sostenibile alla plastica

verosighero artigianato pasella

Verosughero è un progetto per la promozione e la valorizzazione del sughero sardo dell’azienda Artigianato Pasella a cui collaborano oltre 20 piccole aziende del territorio con l’obiettivo di dare una nuova vita a questo gioiello della natura

La quercia da sughero è una pianta maestosa che può raggiungere i 20 metri di altezza, superare i 300 anni di età e che necessita di un clima temperato e terreni freschi, derivanti dal disfacimento di substrati come graniti, scisti e trachiti.

Si tratta di una pianta caratteristica della macchia mediterranea, che prospera nelle foreste del nord Sardegna. Nell’isola si producono ogni anno circa 120mila quintali di sughero, l’85% del totale nazionale.

Quella del sughero è una lavorazione che richiede pazienza e manualità, ma che ripaga offrendo un prodotto naturale ed elegante.

Se pensiamo al sughero la prima cosa che ci viene in mente sono i tappi da sughero utilizzati per tappare pregiate bottiglie di vino. Ebbene, negli ultimi anni il sughero sta avendo un enorme successo in campi completamente diversi da quello vinicolo.

Le sue caratteristiche naturali lo rendono adottato a diversi utilizzi nel campo dell’edilizia, della cosmesi, dell’abbigliamento, dell’imballaggio di prodotti alimentari.

verosighero artigianato pasella

Il sughero come alternativa alla plastica

Artigianato Pasella è un’azienda nata a Calangianus (SS) nel lontano 1974 e si occupa della promozione e valorizzazione dell’Artigianato Artistico sardo.

L’azienda nasce nel cuore del distretto del tappo per uso enologico e il suo fondatore, Domenico Pasella, decise di staccarsi dalla tradizionale produzione di tappi da sughero e di avviare la produzione di oggettistica in sughero da destinare al turismo.

Oggi l’azienda è cresciuta e, oltre a vantare la presenza in differenti ambiti commerciali, guarda al futuro con un occhio all’ambiente. Con Verosughero, progetto che ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere il sughero sardo.

Più di 20 piccole piccole aziende collaborano a questo progetto con Artigianato Pasella, per dare una nuova vita a questo gioiello della natura.

Il sughero, oltre a essere un prodotto interamente naturale, privo di sostanze nocive e altamente resistente, rappresenta un’ottima alternativa alla plastica.

Il primo aspetto che salta agli occhi se confrontiamo la plastica e il sughero riguarda il fatto che il sughero può essere riciclato al 100% attraverso lavorazioni a basso impatto ambientale ed è in grado di mantenere le sue proprietà anche nelle lavorazioni successive.

Viceversa il riciclo della plastica richiede diverse lavorazioni chimiche che a lungo andare riducono le proprietà del materiale e, nella stessa lavorazione della plastica, è necessaria l’aggiunta di additivi per conferirle determinate caratteristiche.

Attualmente in Italia il 36% dei rifiuti in plastica sono destinati alla discarica, il 33% sono utilizzati per produrre energia e solo il 31% vengono riciclati (fonte PlasticEurope 2020). Seppure questo trend sia in crescita, è necessario adottare delle soluzioni eco-friendly che abbiano bassi costi nel lungo termine.

Verosughero rappresenta un’innovazione che ha l’obiettivo di valorizzare il sughero sardo e allo stesso tempo creare delle soluzioni personalizzate all’insegna della sostenibilità.

Artigianato Pasella può produrre tappi, scatole per gioielli, confezioni per prodotti di bellezza di ottima qualità. Oltre a utilizzare materie prime di prima qualità proveniente esclusivamente da foreste regionali controllata la produzione si basa sul riciclo di tappi usati.

Ogni anno l’azienda trasforma 5 quintali di tappi di vino usati. Artigianato Pasella si impegna a essere il collettore degli scarti di lavorazione dei numerosi sugherifici del suo territorio per destinarli a nuova vita con il progetto Verosughero.

I benefici del progetto Verosughero

progetto verosughero di artigianato pasella

Il packaging personalizzato in sughero rappresenta una soluzione innovativa che consente di sfruttare il valore materiale e simbolico dell’oro morbido di Sardegna.

Se guardiamo alle proprietà fisiche del sughero, questo materiale si caratterizza per leggerezza, impermeabilità, neutralità e resistenza chimica, incombustibilità, versatilità e durabilità.

Il prodotto finito si caratterizza per forme sinuose ed eleganti con un richiamo alla natura e alla tradizione. Il colore e la forma del sughero richiamano sensazioni di calore e morbidezza.

I consumatori sono i primi a chiedere alle aziende un’azione concreta per la riduzione dell’uso della plastica. Il 41% degli italiani valuta la sostenibilità del brand in base al packaging utilizzato e il 53% acquista prodotti realizzati con materiali riciclati (dati Ipsos).

Questi dati offrono una ragione in più per decidere di investire in un packaging sostenibile. La scelta di un packaging ecologico sposerebbe a pieno il sogno di un mondo più rispettoso dell’ambiente che non rinuncia alla qualità e si impegna per offrire le migliori soluzioni ai propri clienti.

Condividi: