Home Green Jobs Stage professionali: candidature aperte per il progetto Appenino e Open Italy

Stage professionali: candidature aperte per il progetto Appenino e Open Italy

pubblicato il: - ultima modifica: 19 Maggio 2021
progetti innovazione sostenibile
immagine fornita da RestartApp

Stage e opportunità professionali in due differenti aree tematiche: co-innovazione e valorizzazione dell’Appennino italiano. Due fondazioni, Open Factory ed Edoardo Garrone, lanciano le proposte per Open Italy e la Call for ideas

Tornano la Restartapp per il progetto Appennino e Open Italy 2021: due stage di formazione gratuiti rivolti il primo ai giovani under 40 e il secondo a quelli under 28.

Rilanciare le attività in Appennino nel primo caso, rinnovare le piccole e medie aziende nel secondo: a giocare una carta vincente intervengono, rispettivamente, la passione per la montagna e l’interesse per l’innovazione.

A seguire le indicazioni generali e le modalità di iscrizione con le rispettive scadenze – previste il 22 aprile per Open Italy e il 18 giugno per il progetto Appennino.

Il progetto Open Italy

Ultime chiamate per Open Italy, l’Innovation bootcamp finalizzato all’innovazione delle piccole e medie imprese e alla crescita di giovani talenti.

Per partecipare è necessario raggiungere la pagina foundation4innovation.elis.org, fare clic sulla voce “diventa un junior innovation consultant“, registrarsi al sito e inviare il proprio curriculum entro e non oltre la giornata del 22 aprile.

Promossa dalla Foundation Open Factory e nata in collaborazione con la Fondazione Caritro, la Fondazione Cariverona e Consorzio Elis, l’iniziativa intende realizzare progetti di co-innovazione con startup ad alto livello tecnologico, andando incontro ai bisogni aziendali delle Pmi – piccole e medie imprese.

Sono richiesti una buona conoscenza della lingua inglese, uno spiccato interesse nei confronti dell’innovazione, capacità di problem solving e, inoltre, buone competenze digitali.

Uno stage totalmente gratuito – con borsa di studio riconosciuta per l’intera durata del corso – rivolto a tutti i laureandi o laureati magistrali, giovani professionisti o studenti frequentanti un master in ambito business e innovation, di età non superiore ai 28 anni.

I candidati ritenuti in possesso dei requisiti richiesti verranno contattati per un colloquio digitale presso la sede di Roma, in cui verranno approfonditi i livelli motivazionale e tecnico e la conoscenza della lingua inglese.

4 settimane di formazione alternate da due fasi operative: in un primo momento verranno valutate le necessità di innovazione delle aziende, con l’ideazione di piani risolutivi offerti da startup e soggetti innovativi, a cui seguirà, nella seconda parte, la sperimentazione e la realizzazione degli stessi.

Il progetto Appennino marchigiano

Anche quest’anno torna l’edizione 2021 della Call for ideas, la Restartapp volta al rilancio di nuove attività imprenditoriali nell’Appennino italiano.

Il progetto – nato dalla visione di Riccardo Garrone e divenuto concreto nel 2014 – promosso e realizzato dalla Fondazione Edoardo Garrone in collaborazione con la Fondazione Cassa di risparmio di Ascoli Piceno, avrà luogo dal 6 settembre al 26 novembre – con pausa intermedia dall’11 al 24 ottobre – nella città di Ascoli Piceno.

Per candidarsi è necessario compilare il modulo online presente nella sezione bandi entro e non oltre il 18 giugno alle ore 13.

Un campus interamente gratuito della durata di 10 settimane rivolto a tutti i cittadini italiani e stranieri residenti in Italia, di età inferiore ai 40 anni, in possesso di un’idea di impresa innovativa o titolari di un’azienda da non più di 18 mesi con focus sullo sviluppo produttivo e sostenibile dell’Appennino italiano.

Insieme alla domanda è inoltre richiesta una copia del proprio curriculum, un documento d’identità in corso di validità e l’eventuale visura camerale ordinaria per l’impresa già costituita.

Ogni candidato è invitato a inviare la propria proposta di impresa o la presentazione della stessa tramite un video di durata non superiore ai 2 minuti.

Alla scadenza del bando, la commissione valuterà chi potrà avere accesso al colloquio motivazionale, previsto indicativamente nel periodo compreso tra il 9 e il 18 giugno.

Al termine delle selezioni, verranno scelti un massimo di 15 partecipanti.

Qualche numero: rispetto ai 9 campus avviati nel passato – ci informano dalla Fondazione Garrone – sono state concretamente avviate circa 40 imprese, attive nelle principali filiere produttive della montagna quali l’agricoltura, l’allevamento e il turismo.

Un riscontro positivo, quindi, sia in termini professionali e lavorativi che di attenzione e cura per il territorio, in direzione dello sviluppo di un progetto innovativo e Sostenibile.

(testo redatto da Nicole Bianchi)

Condividi: