Home Imprese Sostenibili Naturale e riciclabile al 100%: è il linoleum

Naturale e riciclabile al 100%: è il linoleum

pubblicato il:
linoleum Tarkett

Naturale come un pavimento in legno. È così che possiamo intendere quando adottiamo il linoleum e ci camminiamo sopra. Tarkett che lo produce assicura che sia antibatterico, antivirale e al 100 riciclabile. Per questo ne parliamo a Pink&Green

Olio di lino, legno e resina di pino, farina di sughero e juta. È questa la ricetta naturale del linoleum, materiale che ha un suo perché nel ricoprire pavimenti: è antibatterico e antivirale. E ora scopriamo che il suo fine vita lo possiamo riciclare al 100%.

Il nome lo prende da linum più oleum e non è una ricetta recente, ma risale a metà ‘800 grazie al brevetto di Frederick Walton.

A Narni, in Umbria, c’è uno stabilimento che risale 1898 e che ha fatto la storia di questo prodotto: è quello che oggi appartiene a Tarkett.

Qui, oggi il linoleum si fa con la vecchia ricetta ma con processi molto Sostenibili tanto che gode della certificazione Iso 14067 che attesta la riduzione delle emissioni di carbonio del 60% già nel 2010.

I 3 milioni di metri quadrati all’anno di linoleum che escono dallo stabilimento sono all’insegna dell’efficienza produttiva. Ottimizzazione dell’energia e del calore che serve per l’essiccazione. Oltre alla gestione attenta dell’acqua.

Ce lo spiega Federica Meloni, Wcm environment pillar leader, nonché energy manager ospite di Pink&Green perché – come vedremo una volta esausto dai tanti calpestii il lineoleum può essere riutilizzato. Tant’è che Tarkett vanta la certificazione Cradle to cradle.

Da non confondere con pavimenti in Pvc, il linoleum ha un link diretto con i coltivatori che potrebbero riscoprire questa pianta e farla propria. Il mercato non manca.

Così come forse dovrebbe prenderlo seriamente in considerazione anche il settore della bioedilzia, giusto per le sue qualità naturali e sanitarie. Il Nord Europa è uno dei mercati più attenti al linoleum in casa, proviamo anche noi?

Condividi: