Home Imprese Sostenibili Progetti e tecnologie per il clima, da Cisco Foundation 100 milioni contro...

Progetti e tecnologie per il clima, da Cisco Foundation 100 milioni contro la crisi climatica

pubblicato il:
rischio climatico
Foto di Jeyaratnam Caniceus da Pixabay

Ripresa sostenibile e inclusiva, attraverso progetti e tecnologie che contrastino gli effetti della crisi climatica: Cisco Foundation ha deciso di investire 100 milioni di dollari in dieci anni per favorire le iniziative a supporto del clima

Riduzione dei gas climalteranti e delle emissioni di anidride carbonica, ma anche supporto alle azioni di resilienza climatica e allo sviluppo di professioni green che facciano crescere l’educazione ambientale e attivino la consapevolezza e le iniziative a favore dell’ambiente nelle comunità in cui Cisco opera.

La società ha lavorato a un piano decennale ambizioso e green che metterà sul piatto della sostenibilità, attraverso la Cisco Foundation, fondi per 100 milioni di dollari a sostegno dello sviluppo di soluzioni tecnologiche che aiutino a contrastare i cambiamenti climatici.

Nonostante i cittadini siano consapevoli che sia necessario agire immediatamente per contraastare questa situazione, spesso si sentono inermi e poco coinvolti nel dare il loro contributo. Inoltre, a livello globale, meno del 2% del denaro investito in azioni filantropiche viene speso per affrontare la lotta contro il cambiamento climatico.

Per questo molte soluzioni innovative e coraggiose, che potrebbero dare un contributo importante per salvaguardare il clima non vengono sviluppate; l’impegno che Cisco si è assunta con lo stanziamento dei 100 milioni di dollari va proprio in questa direzione: concentrare le risorse economiche sull’ambiente per sviluppare soluzioni climatiche innovative e visionarie, che favoriscano modelli economici net zero o circolari e rigenerativi; accrescere l’educazione e il coinvolgimento delle comunità sui temi del clima, sulla creazione di consapevolezza ecologica, sul cambiamento delle abitudini individuali e sull’avvio di azioni collaborative efficaci.

Cisco lavorerà a stretto contatto con le organizzazioni che riceveranno i finanziamenti per misurare l’impatto dei loro programmi, continuando, al tempo stesso “a lavorare per ridurre l’impronta del carbonio mentre creiamo prodotti innovativi e modelli di business che portano avanti soluzioni sostenibili che tengano conto della sfida climatica” commenta Fran Katsoudas, chief people, policy & purpose officer, dell’azienda.

Cisco ha già raggiunto l’obiettivo di usare il 100% di energia rinnovabile per le sue attività in diversi paesi del mondo ed è sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di usare elettricità generata da fonti rinnovabili per almeno l’85% del suo fabbisogno globale entro il 2022, di ridurre le emissioni di gas serra Scope 1 e 2 del 60% nel 2022 (rispetto alle emissioni registrate nel 2007) e sta lavorando con i suoi partner per ridurre le emissioni in tutta la supply chain.

Condividi: