Home Eventi La Bocconi chiama a sé le startup: candidatevi

La Bocconi chiama a sé le startup: candidatevi

pubblicato il:
bocconi for innovation
Foto di Tumisu da Pixabay

Se siete aspiranti imprenditrice o imprenditori, la call Bocconi for Innovation è rivolta a voi. Dal centro di Milano, la startup call attirerà idee imprenditoriali da tutto il mondo, ma i posti sono limitati

Fino al 4 luglio 2021 sarà possibile candidarsi alla Bocconi for Innovation startup call. Al termine delle candidature saranno selezionati i progetti che da settembre 2021 parteciperanno al programma di sviluppo della durata di quattro mesi.

Gli ambiti specifici della call sono tre, legati alle aree di specializzazione di Bocconi for Innovation: Digital Tech, Sostenibilità e Made in Italy – tutti campi coordinati da professori della stessa istituzione Bocconi.

Per partecipare saranno richiesti dei requisiti minimi: in primo luogo il team dovrà essere composto da almeno due persone, maggiorenni; è necessario, poi, che le startup siano costituite come società a responsabilità limitata prima dell’inizio del programma di accelerazione (settembre 2021); è fondamentale anche il possesso di indicatori a sostegno e convalida dell’idea, per esempio gli utenti attivi, le pipeline di potenziali clienti, gli eventuali ricavi; infine, per essere selezionati, serve che i fondatori siano impegnati a tempo pieno nel progetto.

Il programma di accelerazione di impresa prevede un investimento di 30mila euro e un sostegno della durata di quattro mesi, periodo nel quale ci si focalizzerà sullo sviluppo del prodotto e del team.

Un aspetto imprescindibile dell’incubatore è la rete di servizi e di contatti messa a disposizione, quali professori e alumni Bocconi, oltre che a esperti del settore.

Insomma, ogni aspetto è pensato per uno sviluppo organico delle startup che risponderanno alla chiamata, dal giorno zero fino al termine del percorso: le realtà che più si saranno distinte durante l’esperienza di accelerazione, infatti, avranno l’opportunità di presentarsi di fronte ad angel investor e fondi di venture capital.

Affiancato a questo programma ci sarà quello di pre-accelerazione, in cui Bocconi for Innovation accoglie idee imprenditoriali ancora in fase embrionale per supportarle nella validazione fino alla cosiddetta fase di prodotto minimo funzionante (Mvp, minimum viable product).

Si tratta, in questo caso, di undici sessioni che affrontano i principali aspetti dello sviluppo di una startup. “Abbiamo come obiettivo la creazione di un hub in cui gli imprenditori possano crescere e confrontarsi consapevolmente con il mercato – ha detto il direttore operativo, Nico Valenti Gatto, impegnato ad attrarre il più alto numero possibile di idee imprenditoriali di valore, offrendo un mix di formazione e risorse per lo sviluppo dei progetti, facilitando le opportunità di business development.

La realtà conta, infine, su importanti partner istituzionali, a cui si è aggiunta anche l’Università di Milano-Bicocca. L’obiettivo di questo hub è proprio quello di facilitare il dialogo tra cluster accademici diversi e offrire una piattaforma dove sviluppare i propri progetti imprenditoriali.

Condividi: