Home Imprese Sostenibili Scooter elettrici e auto a idrogeno, la mobilità nuova tra prototipi e...

Scooter elettrici e auto a idrogeno, la mobilità nuova tra prototipi e nuovi prodotti

pubblicato il:
mobilità elettrica - seat Mò

Qual sarà la tecnologia che sosterrà i nuovi mezzi, ecologici, del futuro ancora non si sa con esattezza; certo è che anche grazie ai fondi in arrivo con il Pnrr c’è spazio per sperimentare e orientare il futuro della filiera. Nel frattempo vengono annunciati nuovi scooter elettrici, nuovi prototipi innovativi e servizi interconnessi

Del doman non v’è certezza” scriveva Lorenzo de’ Medici, ed è così anche per quanto riguarda quali saranno i prodotti “dominanti” per la mobilità a basso impatto del futuro. Poco importa, vorremmo specificare, se saranno mezzi elettrici, a idrogeno o ad aria compressa.

L’importanza è che contribuiscano fortemente alla decarbonizzazione e a ritornare alle nostre città una vivibilità ormai persa, che permetta a pedoni, biciclette, auto e mezzi pesanti di convivere, senza inquinare e senza opprimere spazi e persone.

Lo ha affermato anche Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, durante l’Automotive Business Summit del Sole 24 Ore, “da un punto di vista tecnologico deve essere una mobilità che contribuisca alla riduzione del 55% entro il 2030 delle emissioni. […] Sappiamo come accadrà? Purtroppo ancora no perché sappiamo che ci sono tecnologie disponibili – pensiamo naturalmente alle auto elettriche, ma poi bisogna produrre energia elettrica in modo coerente con gli obiettivi e in modo che le energie rinnovabili coprano l’intero fabbisogno – ma ci sono altri casi in cui non sappiamo ancora quale sarà la tecnologia prevalente“.

Nel frattempo, vengono annunciati prodotti elettrici, prototipi basati sull’idrogeno e servizi di interconnessione ibridi – treno e mezzi su gomma – per rendere più moderno il nostro sistema di mobilità.

Audi punta decisamente sulla mobilità elettrica

Un’azienda che ha già preso la sua decisione su quale sarà la tecnologia principale per i suoi prodotti è Audi che ha annunciato, attraverso il suo Ceo, Markus Duesmann, di “essere pronta al passo decisivo verso l’era elettrica“.

Così, Audi Ag, dal 2026, annuncerà esclusivamente nuovi prodotti full electric e, entro il 2033, interromperà definitivamente la produzione di motori a combustione interna.

Un annuncio molto forte che supporta la decisione dell’azienda di essere carbon neutral in tutte le sue attività entro il 2050.

Lo scooter elettrico Wayscral E-Quip 45 di Norauto

Una soluzione elettrica con un prezzo accessibile per circolare liberamente e comodamente nel rispetto dell’ambiente: Norauto presenta lo scooter elettrico Wayscral E-Quip 45, caratterizzato da un design semplice e accattivante, con un prezzo accessibile e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Dotato di batteria al litio Lg – removibile per essere ricaricata in casa o in ufficio in circa 5 ore – con capacità di 60 V-20 Ah o 1200 Wh garantisce un’autonomia di 40 km. Il motore elettrico Bosch 3-fasi all’interno del mozzo è brushless (senza spazzole) da 60 V con potenza di 1,5 kW e peso totale in ordine di marcia di 93 kg.

Lo scooter monta inoltre un doppio cerchio da 12″ e disco anteriore e posteriore da 190 mm e il freno idraulico a disco anteriore/posteriore assicura un’efficace frenata in tutte le circostanze.

Lo scooter elettrico Wayscral E-Quip 45 è disponibile presso i Centri Norauto e online al prezzo franco concessionario (non comprensivo di messa su strada e immatricolazione) di 1.999,95 euro, pagabili a rate senza interessi o costi aggiuntivi.

Lo scooter elettrico di casa Seat

Seat Mò eScooter 125 è il primo scooter completamente elettrico del brand spagnolo,
progettato per assicurare praticità e semplicità per chi deve affrontare il traffico urbano.

Alimentato da un motore elettrico da 7 kW (picco di potenza da 9 kW), equivalente a un motore a combustione da 125 cc, lo scooter assicura un’accelerazione e una velocità massima ideali per affrontare l’ambiente urbano.

Le modalità di guida selezionabili (Eco, City, Sport) sono perfette per adeguare lo stile di guida a ogni condizione di utilizzo, mentre la batteria facilmente ricaricabile semplifica la fruibilità quotidiana.

Offerto in tre colori opachi, grazie all’apposita app per smartphone My Seat MÓ lo scooter offre livelli di controllo elevati e permette di accedere a diverse funzioni che ne renderanno più facile l’utilizzo quotidiano.

Già ordinabile in Italia con un prezzo di listino di 6.750 euro, grazie agli incentivi statali Seat Mò eScooter 125 è disponibile con uno sconto del 40% in caso di rottamazione e con la possibilità di fruire di una formula finanziaria a 99 euro al mese per 48 mesi senza dover versare nessun anticipo.

Da Jaguar un prototipo a idrogeno del celebre Defender

Jaguar Land Rover sta sviluppando un prototipo di veicolo a celle a combustibile di idrogeno (Fcev) basato sulla nuova Defender, che inizierà i test nel corrente anno.

I veicoli Fcev, che generano elettricità dall’idrogeno per azionare il motore elettrico, sono complementari ai veicoli elettrici a batteria (Bev) nel percorso verso le emissioni zero e sono caratterizzati da elevata densità energetica e rapidità di rifornimento, con minima perdita di autonomia alle basse temperature.

Il Progetto Zeus di Jaguar Land Rover è parzialmente finanziato dall’Advanced Propulsion Centre della Gran Bretagna e consentirà agli ingegneri di ottimizzare le prestazioni della motorizzazione a idrogeno in termini di performance e capacità.

Il prototipo a emissioni zero allo scarico della Defender Fcev inizierà i test nel Regno Unito entro la fine del 2021, per verificare le caratteristiche chiave, come consumi e prestazioni in off-road.

Per il Progetto Zeus Jaguar Land Rover ha lavorato a fianco dei più prestigiosi specialisti di Ricerca e Sviluppo, inclusi Delta Motorsport, Avl, Marelli Automotive Systems e l’Uk Battery Industrialisation Centre (Ukbic) per studiare, sviluppare e creare il prototipo Fcev.

Viaggi più sostenibili con la partnership tra Trenitalia e Bird

Bird, azienda che opera nel settore della micro-mobilità, ha ufficializzato la collaborazione con Trenitalia (Gruppo FS Italiane) per rendere i viaggi più convenienti ed ecologici.

L’accordo consentirà ai passeggeri di Trenitalia di godere di vantaggi nell’utilizzo dei monopattini elettrici Bird ed effettuare il primo e l’ultimo miglio del proprio viaggio senza dover ricorrere ai mezzi privati, favorendo l’utilizzo di soluzioni di mobilità condivisa e più rispettosa dell’ambiente.

Bird offre ai nuovi utenti che si iscrivono all’app Bird Rides due corse gratuite di 15 minuti ciascuna comprensive dello sblocco del mezzo: per usufruire della promozione.

Inoltre, sono riservati vantaggi ulteriori per gli iscritti al programma fedeltà CartaFreccia con status Argento, Oro e Platino.

I monopattini Bird sono disponibili nelle città e in prossimità delle stazioni di Roma, Milano, Torino, Firenze, Palermo, Verona, Rimini, Viareggio e Camaiore, Misano Adriatico, Pesaro, Collegno e Aprilia.

Condividi: