Home Eco Lifestyle I, tanti, effetti benefici della Lavanda

I, tanti, effetti benefici della Lavanda

pubblicato il:
lavanda
Foto di S. Hermann & F. Richter da Pixabay

Oli essenziali e aromi: la lavanda allieta e rinfresca le nostre case e i nostri armadi con il suo odore, ma, ha anche tante virtù curative come quella di placare l’ansia, di lenire il prurito. Ottima anche per ridurre la congestiona nasale in caso di raffreddore ed influenza. Scopriamo insieme l’utilizzo dei suoi fiori

I suoi fiori dal colore intenso, nel periodo di fine giugno, ci regalano fioriture abbondanti che dipingono di viola le campagne di molte regioni italiane.

La vivacità del colore però non è l’unico beneficio che ricaviamo dai fiori di Lavanda, infatti, dalla loro distillazione in corrente di vapore si ottiene un olio essenziale che è stato registrato come fitoterapico e che viene impiegato per favorire il sonno o per trattare i sintomi dell’ansia lieve, in dosi di 80 mg al giorno.

Di specie di lavanda ne esistono molte: la stoechas, latifolia, angustifolia e la dentata, ma quella usata in fitoterapia è la Lavandula officinalis, che differisce dalle altre specie congeneri per dimensione del cespuglio, larghezza delle foglie e, sopratutto, per la qualità dell’olio essenziale.

Tutte, comunque, hanno proprietà molto simili da un punto di vista terapeutico.

L’olio essenziale di lavanda e le preparazioni a base di suoi fiori sono approvati dall’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) per il sollievo di lievi sintomi di stress mentale ed esaurimento, ma anche come sostegno per il sonno.

La tradizione erboristica, invece, ci racconta che il suo infuso è utile anche per le patologie delle pelle come la psoriasi, la cura della vitiligine, sia di natura circolatoria che reumatica o nervosa.

In aromaterapia viene usata, anche qui, come ansiolitico, a tal punto che in alcuni ospedali, nei reparti dove devono essere effettuate delle indagini particolarmente delicate, l’olio essenziale viene messo in diffusori e nebulizzato con lo scopo di lenire l’ansia del paziente.

La lavanda è anche antisettico ed espettorante: infatti, poche gocce nella vasca da bagno aiutano a ridurre le congestioni nasali e bronchiali causate dal raffreddore o dall’influenza.

Utilizzi casalinghi della Lavanda

La lavanda ha un sapore e un odore particolarmente intenso, si presta poco agli impieghi in cucina; tutt’al più i fiori essiccati possono essere miscelati insieme ad altre erbe aromatiche come timo, maggiorana, origano e dragoncello per insaporire piatti a base di carne.

In casa può la lavanda può essere usata come rimedio in caso di scottature da ferro da stiro, o da piccoli incidenti in cucina: basta applicare poche gocce di lavanda, prima e dopo aver bagnato la scottatura sotto l’acqua; oppure come insettifugo, appendendo agli angoli del soffitto piccoli mazzetti di fiori di lavanda; o anche contro le tarme e per profumare la biancheria mettendo sacchettini di tela pieni di fiori secchi di lavanda nel guardaroba o fra le lenzuola.

» Leggi tutti gli articoli di Coltivare la fitoterapia (#rimedinaturali)

Maria Anna Esposito Maria Anna Esposito: laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche alla Facoltà di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli, farmacista con specializzazione in Fitoterapia e Aromaterapia. Fito-blogger. Esercita in libera professione attività di consulenza erboristica | e-mail | Instagram
Condividi: