Home Pets Abbandonare gli animali è un reato

Abbandonare gli animali è un reato

pubblicato il:
abbandono animali
Foto di Fabio Grandis da Pixabay

Per molti animali domestici l’estate segna l’abbandono. Un fenomeno che si ripropone ogni anno in vista delle vacanze e che sembra non avere fine. Lndc Animal protection e Anas hanno lanciato una campagna per invitare i cittadini ad agire se incontrano animali vaganti. Per la sicurezza di tutti…

Come ogni anno in estate si acuisce il problema degli abbandoni di animali domestici. Iniziano le vacanze e non si sa dove mettere il cane o il gatto e allora lo si lascia per strada segnando la loro vita per sempre.

Questo fenomeno ha conseguenze anche sulla sicurezza stradale in quanto non sono pochi gli incidenti causati da animali vaganti. Se poi si tratta di incidenti mortali chi abbandona diventa responsabile di omicidio colposo.

L’abbandono, oltre a essere moralmente inqualificabile, è un reato grave punibile fino a un anno di reclusione e a un’ammenda che va da 1.000 a 10.000 euro (art. 727 c.p.).

Quest’anno l’associazione Lndc Animal protection in collaborazione con Anas ha lanciato la campagna AmamieBasta per invitare i cittadini a intervenire se incontrano un animale vagante.

In che modo? Bastano due azioni fondamentali: mettere subito l’animale in sicurezza e chiamare il numero verde Pronto Anas 800.841.148 e le forze dell’ordine (Polizia stradale, Carabinieri, Polizia locale, Vigili del Fuoco), tutti organi preposti per legge a intervenire. Un numero da segnarsi e portare sempre con sé.

Se si assiste direttamente all’abbandono è bene prendere il numero di targa per denunciare il colpevole. La collaborazione di tutti è importantissima per porre un freno a questo fenomeno disumano e che purtroppo non diminuisce.

Quando si accoglie un animale nella propria famiglia, è per sempre. Non è possibile pensare di abbandonarlo quando non fa più comodo.

Gli abbandoni vanno ad alimentare il randagismo, soprattutto nelle regioni del Sud con le conseguenze che si conoscono. Lndc soccorre in media ogni anno 35.000 animali e offre cure a oltre 50.000 vittime di abbandono e maltrattamento.

Per chi viaggia con i propri animali ricordiamo le norme del nuovo Codice della Strada (art.169 e 170) che regolano il trasporto: è consentito trasportare un animale nei sedili posteriori, appositamente divisi da una rete.

Se si trasporta più di un animale, è necessario che i pets viaggino nel bagagliaio, sempre con una rete di protezione che li divida dall’abitacolo. Le sanzioni previste vanno da 84 a 335 euro e la decurtazione di 1 punto dalla patente.

Non dimentichiamo poi che anche andare in bicicletta con il cane al guinzaglio può essere molto pericoloso ed è vietato (Codice della strada art. 182 comma 3). In città si vedono spesso, anche in estate con temperature elevate, persone che trascinano poveri cani stremati al guinzaglio, recando gravi danni alla loro salute e mettendo a repentaglio la sicurezza delle persone in caso di incidente.

Viaggiare con i pets in sicurezza

Alcuni consigli utili forniti da Lndc per una vacanza serena. Ci sono accorgimenti che possono permettere agli animali che non amano l’automobile di rendere il viaggio meno pesante.

  1. se il vostro cane è soggetto al mal d’auto, prima di partire chiedere consiglio al veterinario per contenere il disagio legato alla nausea
  2. aprite parzialmente il finestrino durante il viaggio per permettere l’ingresso di aria fresca
  3. non esponete l’animale direttamente all’aria condizionata
  4. cercate di guidare il più dolcemente possibile, evitando accelerazioni e frenate non necessarie
  5. assicuratevi che la temperatura all’interno dell’auto non sia né troppo calda né troppo fredda
  6. durante i viaggi lunghi, fate soste regolari per permettere all’animale di bere, sgranchirsi le zampe e fare i propri bisogni
  7. è sempre meglio abituare gradatamente l’animale ai lunghi tragitti e farlo viaggiare a stomaco vuoto
  8. l’associazione del viaggio a un’attività piacevole, per esempio una passeggiata una volta giunti a destinazione, può aiutare a ridurre l’ansia e la paura
  9. portate in auto un gioco o la coperta dell’animale, per rendergli l’ambiente più familiare
  10. gratificate l’animale con carezze e parole affettuose quando durante il viaggio rimane tranquillo
  11. ignoratelo ed evitate di rassicurarlo quando invece si agita, abbaia o piagnucola altrimenti si rischia di aumentare il suo disagio

Per scoraggiare, puntando sulle buone pratiche, Royal Canin lancia la seconda edizione della campagna social #InViaggioConTe che invita a condividere le immagini delle vacanze in compagnia di cani e gatti.

Royal Canin riposterà i più belli, rendendo gli animali protagonisti di un appello sempre più urgente con l’avvicinarsi dell’estate: non abbandoniamoli!

Per partecipare basterà pubblicare sui propri profili Facebook e Instagram le foto più indimenticabili delle vacanze trascorse con gli amici a quattro zampe, taggare l’account @RoyalCaninIT su Facebook o @royalcanin_it su Instagram senza dimenticare l’hashtag #InViaggioConTe.

Condividi: