Home Eco Lifestyle Estate al mare e in spiaggia, con stile e rispetto per l’ambiente

Estate al mare e in spiaggia, con stile e rispetto per l’ambiente

pubblicato il:
moda mare sostenibile

Dal recupero delle tonnellate di plastica che inquinano gli oceani si ricavano materiali tecnologici per realizzare abbigliamento e design da spiaggia

Ogni anno un milione di tonnellate di plastica finiscono negli oceani. Amare il mare vuol dire innanzitutto rispettarlo. Sempre più inquinato, sfruttato e soffocato dalla plastica necessita di interventi concerti ed efficaci.

Alcune aziende di abbigliamento e design hanno introdotto nelle loro produzioni materiali ricavati dai rifiuti di plastica recuperati in abbondanza dal mare.

È il caso di Ogyre, la startup italiana fondata da Antonio Augeri e Andrea Faldella che produce costumi da bagno realizzati con filati riciclati dalla plastica. Ogni costume può a sua volta essere riciclato a fine vita.

L’azienda ha come modello il fishing for litter, attività che punta a ripulire i mari dalla plastica. Grazie all’aiuto dei pescatori remunerati per la loro collaborazione e con il contributo di alcune Ong viene recuperata la plastica dal mare per realizzare costumi da bagno.

Un esempio virtuoso di economia circolare. In un mese sono stati raccolti 300 chili di rifiuta con l’aiuto di sette pescherecci ormeggiati nei porti di Cesenatico e Porto Garibaldi (Ferrara).

L’obiettivo è coinvolgere entro la fine dell’anno altri 3 porti italiani e almeno 60 pescherecci. A questa attività si aggiungono alcuni interventi di pulizia delle spiagge che si sono svolti a Paraggi, Portofino, Bogliasco, Recco in Liguria e alla spiaggia di Solinas in Sardegna.

Andrea Faldella commenta: “Ogyre è molto più di un’azienda che produce prodotti realizzati con i marine litter, i rifiuti del mare. I nostri prodotti sono solo la punta dell’iceberg: quello che vogliamo realizzare è costruire una piattaforma che renda il fishing for litter una pratica alla portata di tutti.

Il nostro obiettivo è quello di dare alle persone e alle aziende la possibilità di agire per la salvaguardia del mare ogni giorno attraverso gesti consueti, non solo attraverso l’acquisto di un prodotto di consumo che però è il frutto di una reale azione di recupero di plastica dai mari, ma anche, in prospettiva, attraverso l’adozione di un peschereccio o addirittura di un porto. Da consumatori si diventa così contributori.

Filati riciclati per tessuti high tech

Vasta scelta di costumi da bagno e prendisole anche nelle collezioni realizzate con i tessuti tecnici e sostenibili prodotti dalle aziende Carvico e Jersey Lomellina. Dalle reti abbandonate in mare si recuperano materiali di scarto da cui viene realizzato Econyl, un filo di poliammide 100% rigenerato per la realizzazione dei costumi da bagno di molti brand internazionali.

Le due aziende bergamasche sono molto impegnate sul fronte sostenibilità, a partire dai loro siti produttivi dove si risparmia energia e acqua, si riducono le emissioni e si recuperano i rifiuti.

Fino all’11 luglio è possibile acquistare presso i punti vendita Toys Center e Bimbostore i teli mare realizzati in plastica recuperata dagli oceani. Il tessuto è realizzato con il riciclo del Pet delle bottiglie abbinato a cotone riciclato.

La grafica diffonde un messaggio a favore della salvaguardia del mare. Un modo per sensibilizzare anche i più piccoli. Il telo si può acquistar con un contributo di 2 euro a fronte di una spesa di 50 euro.

Eco design da spiaggia

Lo studio di design di Rotterdam The New Raw ha realizzato la collezione limited edition The Element composta da attrezzature da spiaggia create con plastica recuperata dal mare e stampata in 3D.

La collezione nasce dalla volontà degli architetti dello studio di dare nuova vita agli scarti: è composta da lettino, cabina mobile e piastrelle per costruire un sentiero sulla sabbia per evitare di scottarsi i piedi e camminare sul morbido.

Dal design raffinato sono realizzati con le tecnologie più avanzate e il materiale utilizzato garantisce comfort e ventilazione. All’origine la collezione è stata progettata per Coca Cola Grecia ed è 100% riciclabile.

Il progetto si è poi sviluppato per alcune famose spiagge greche vicino ad Atene, a Creta, a Rodi, a Cefalonia e a Kythnos.

» Leggi tutti gli articoli di Eco Fashion (#echofashion)

Silvia Massimino Silvia Massimino: è convinta che le scelte di tutti i giorni possono fare la differenza. Da tanti anni si occupa di moda, in particolare di moda sostenibile, per informare e comunicare gli sviluppi del settore; è stata attivista per i diritti degli animali, altra sua grande passione | Linkedin
Condividi: