Il cavo del futuro? Sicuro, efficiente e sostenibile al 100%

pubblicato il:
prysmian cavi ecosostenibili

Innovazione e sostenibilità rappresentano oggi le due principali direttrici di sviluppo delle attività di imprese e organizzazioni di ogni settore.

Strategie e servizi aziendali devono oggi adattarsi alle nuove esigenze di clienti e cittadini, che chiedono prodotti e forniture rispettose dell’ambiente, attenti al proprio impatto ecologico lungo tutto il ciclo di vita e capaci di garantire un minor consumo energetico.

Le aziende produttrici e distributrici di energia sono state senza dubbio tra le prime ad apprendere questa lezione e a guidare la transizione di molti altri ambiti industriali, insieme a quello delle telecomunicazioni.

Il settore dei cavi, che fornisce prodotti cruciali a entrambe le filiere, svolge dunque un ruolo cruciale nella trasformazione in corso, chiamato com’è a proporre soluzioni con performance elevate e in grado di rispondere a severi parametri di sicurezza.

È oggi necessario offrire ai professionisti, elettricisti e installatori, imprese edili e progettisti, prodotti che siano 100% green e che siano utilizzabili in diversi contesti, dalle abitazioni domestiche alle infrastrutture. Prodotti capaci di contribuire alla soddisfazione dei loro clienti e al raggiungimento dei loro obiettivi di sostenibilità.

Secondo Prysmian Group, azienda leader nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, la sostenibilità di un cavo è definita da alcuni fattori chiave: oltre a garantire alta qualità e lunga durata nel tempo, deve essere prodotto attraverso processi ecosostenibili, adottare materiali riciclati e dimostrarsi completamente riciclabile una volta esaurito il suo ciclo di vita.

Questa crescente esigenza di sostenibilità ha portato l’azienda a lanciare Eco Cable, la prima etichetta verde nel mondo dei cavi. Essa attesta la conformità dei propri prodotti a criteri ecosostenibili, sia dal punto di vista ambientale che energetico, riconosciuti a livello internazionale dalle Nazioni Unite.

Prysmian Group, in linea con gli obiettivi indicati nella Group Sustanability Scorecard, si è posta l’obiettivo di applicare questo sistema di valutazione al 20% della propria gamma prodotti entro il 2022.

Per ottenere il marchio Eco Cable, ogni famiglia di cavi deve superare un processo di valutazione basato sui seguenti criteri:

  • carbon footprint: calcolata secondo l’approccio cradle to gate e integrata con altri parametri per fornire una valutazione in ottica cradle to grave
  • sostenaza pericolose (Svhc): ogni prodotto deve essere privo di sostanze cancerogene, mutagene, tossiche per la riproduzione o pericolose per l’ambiente
  • riciclabilità/circolarità: indica che i materiali impiegati nei cavi sono potenzialmente riciclabili
  • contenuto di riciclato: definisce la presenza di materiale riciclato sia di acquisto esterno che proveniente dal nostro ciclo di produzione
  • vantaggi per l’ambiente: relativi ai prodotti classificati come low carbon, ai cavi classificati in accordo a Cpr e ai cavi utilizzati per la trasmissione di energie rinnovabili
  • efficienza energetica: a una trasmissione di potenza più efficiente corrisponde un maggior livello di sostenibilità

Un messaggio di sostenibilità che l’azienda, attraverso i suoi prodotti, vuole trasmettere agli elettricisti e ai professionisti che provvederanno all’installazione nelle case, nelle infrastrutture e nelle città, contribuendo attivamente a rendere il mondo più eco-friendly e green.

I prossimi anni segneranno un grande cambiamento nelle modalità di utilizzo e produzione dell’energia. E il settore dei cavi è pronto a rendere la transizione energetica una realtà.

Condividi: