Tagliaerba: come e perché sceglierlo

pubblicato il: - ultima modifica: 21 Luglio 2021
tosaerba
Foto di Pexels da Pixabay

Se si ha un giardino è quasi impossibile non utilizzare il tagliaerba. Non a caso, è uno degli strumenti maggiormente utili ed efficienti nella cura degli spazi verdi.

Tuttavia, nel mercato esistono davvero molti modelli, ognuno dei quali con particolari caratteristiche e, specialmente se non si è esperti del settore, potrebbe essere difficile capire quale modello di tagliaerba professionale acquistare.

Come scegliere il tagliaerba più adatto

La prima cosa da fare è valutare le proprie esigenze, solo in questo modo è possibile combattere gli sprechi e gli eccessi. Per esempio, chi opta per un tagliaerba professionale è colui che ne fa un utilizzo costante nel tempo.

Al contrario, se si ha intenzione di utilizzare questo strumento sporadicamente in un giardino di piccole dimensioni sarà sufficiente un modello base. Lo strumento deve essere infatti proporzionato al tipo di lavoro da effettuare.

È del tutto logico che una cosa è lavorare su un’area grande 150 metri quadri e tutt’altra cosa è lavorare in un giardino da 500 metri quadri. In ogni caso, a prescindere dal modello, è sempre consigliabile optare per dei prodotti di alta qualità come per esempio i rasaerba Oleo-Mac, in modo da andare sempre sul sicuro mentre si è a lavoro.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è la tipologia di rasaerba da utilizzare anche perché se si ha intenzione di lavorare in un giardino omogeneo (come per esempio quello all’inglese) occorre optare su determinati modelli, viceversa, se si ha intenzione di lavorare su zone disomogenee, magari accidentate, occorre puntare su tutt’altro modello.

È proprio per questo che occorre chiedere consigli all’addetto vendita nel momento in cui si ha intenzione di acquistare un prodotto del genere. Lo stesso vale anche per gli acquisti online: i siti internet, infatti, offrono ai consumatori descrizioni super dettagliate dei prodotti e un servizio clienti molto efficiente.

I vari tipi di tagliaerba

Uno dei modelli più conosciuti è sicuramente il classico trattorino, ovvero, un apparecchio motorizzato utilizzabile per lavorare su grandi spazi. Se si ha intenzione di curare ampie zone verdi, questa è sicuramente la scelta adatta.

Se, invece, non si ha a disposizione molto tempo per prendersi cura del proprio giardinetto, è possibile optare per i nuovi robot tagliaerba. Si tratta di particolari strumenti che funzionano in modo del tutto automatico e riescono a gestire in piena autonomia anche zone di media grandezza.

Un’altra opzione per i giardini di medie e grandi dimensioni sono i tagliaerba a scoppio, con questo è possibile prendersi cura tranquillamente anche di giardini di 700 metri quadrati. Si tratta di una scelta di compromesso, una sorta di via di mezzo tra il trattorino, poco indicato per zone di medie dimensioni, e il robot tagliaerba.

Gli aspetti da considerare prima di acquistare

Sono davvero tanti i parametri da prendere in considerazione prima di acquistare il tagliaerba. In primis il tipo di alimentazione del modello, nel mercato esistono modelli alimentati a benzina oppure elettrici.

Entrambi sono più che validi, il motore a scoppio è sicuramente più potente rispetto a quello elettrico, tuttavia, gli ultimi modelli hanno notevolmente ridotto il divario. Un altro aspetto da prendere sicuramente in considerazione è l’altezza del taglio desiderato.

È sempre consigliabile optare su modelli che offrono diverse modalità di taglio (almeno tre o quattro). Anche la presenza del cesto di raccolta può fare la differenza. Non tutti i modelli, infatti, ne sono provvisti ma solo quelli di fascia medio alta.

Si tratta di un accessorio che può semplificare e di molto la vita di coloro che utilizzano con una certa frequenza il tagliaerba per curare il proprio spazio verde.

Se si è intenzionati ad acquistare un modello con questo comodissimo optional è consigliabile optare per un cesto di almeno 50 litri, in caso contrario, si rischia di dover interrompere il lavoro più volte per svuotarlo.

Condividi: