Un futuro green grazie alle luci Led: è davvero possibile?

pubblicato il:
luci led green

I motivi di un successo annunciato

Parlando di Led, spesso si fa riferimento al risparmio economico che questa tecnologia garantisce. Ma la vera chiave che rende l’illuminazione a Led come la candidata a un ruolo da protagonista nel prossimo futuro è la sua efficienza energetica.

Da qui si apre un mondo di considerazioni che porta a sua volta a una domanda: è possibile un futuro green grazie alle luci Led efficienti? La risposta non è così semplice e ha bisogno di essere sviluppata, toccando diversi aspetti della questione.

Un approccio sostenibile a portata di mano

Oggi sentiamo parlare ovunque di risparmio energetico: la riduzione delle emissioni, la ricerca e l’utilizzo delle energie alternative, la diminuzione della produzione di rifiuto, le teorie del riciclo e del riuso sono tutti satelliti che ruotano intorno al nocciolo della questione che è rappresentato dalla salvezza del Pianeta.

Per troppo tempo c’è stato un utilizzo senza freni di quelle forme di energia che hanno contribuito all’inquinamento della Terra, ma ora il paradigma si è definitivamente invertito: la corsa verso la sostenibilità e le rinnovabili è ormai inarrestabile e in questo scenario anche le tecnologie connesse all’energia elettrica trovano il loro spazio.

Non è nuovo, infatti, anche il concetto di inquinamento luminoso: seppur non sia tra le forme di inquinamento più conosciute e dibattute, l’alterazione causata dalle luci artificiali sulla quantità naturale di luce nell’ambiente notturno ha delle ripercussioni importanti sulla vita delle persone e degli esseri viventi in generale.

In questo caso, parliamo essenzialmente dell’illuminazione pubblica che va rivista e corretta anche per contenere questo fenomeno.

I cambiamenti nelle abitudini quotidiane

Il tasso di penetrazione nel mercato della tecnologia Led è costante, anche se forse meno impetuoso di quello che si sarebbe ipotizzato qualche anno fa.

Le lampade alogene resistono e troppo spesso i consumatori orientano le loro scelte facendo riferimento esclusivamente al prezzo stampato sul cartellino del prodotto, senza considerare che quei pochi euro in più rappresentano un investimento.

Infatti, acquistare un pacco di lampade a Led per la propria casa vuol dire spendere qualcosa in più in negozio, ma allo stesso tempo garantirsi diversi anni senza pensieri e soprattutto un risparmio in bolletta dovuto a una migliore efficienza energetica.

Questa consapevolezza si sta progressivamente diffondendo e il risultato inevitabile sarà quello di una definitiva affermazione dell’illuminazione a Led nelle case.

E gli enti pubblici che cosa stanno facendo?

Come in una famiglia, anche un’amministrazione pubblica deve pensare a cosa è meglio per la propria comunità. Ecco, quindi, che in lungo questa direttrice si innesta la tendenza, ormai consolidata, ad affidarsi alle nuove tecnologie anche in ambito pubblico.

Sono tantissimi i casi di città italiane che hanno definitivamente abbracciato la tecnologia a Led per l’illuminazione dei loro spazi pubblici. Le strade hanno cambiato volto con l’installazione di questi nuovi corpi illuminanti, che permettono di ridurre le emissioni e, soprattutto, hanno un’efficienza energetica nettamente superiore rispetto alle altre lampade.

L’aspetto della durata è molto significativo per un ente pubblico, perché significa ridurre notevolmente le spese per la manutenzione ordinaria e sommare così al risparmio generato da un minor consumo di energia, anche quello relativo ai lavori che altrimenti sarebbero necessari per garantire una buona illuminazione.

L’altro aspetto green: la riduzione del rifiuto

Tra i vari elementi da tenere in considerazione quando si parla di transizione verde c’è ovviamente anche quello relativo alla produzione di rifiuto.

C’è bisogno di ridurre quanto più possibile la quantità di materiale destinata alle discariche, anche attraverso processi di riciclo e riuso che possano dare nuova vita ai materiali.

In questo scenario, un elemento importante è dato anche dalla durata degli oggetti: se, infatti, ci troviamo a sostituire una lampadina ogni anno, produrremo una determinata quantità di rifiuto; al contrario, se quella lampadina ha una vita utile che le permette di fare il suo lavoro per cinque anni, appare evidente che si avrà una contrazione del rifiuto prodotto e un conseguente beneficio per l’ambiente.

Le aspettative per il futuro e le evoluzioni della tecnologia

A tutte queste considerazioni ne va poi aggiunta un’altra, tutt’altro che secondaria: la ricerca e lo sviluppo delle tecnologie permette di guardare al futuro con sempre maggiore ottimismo, perché i Led che abbiamo a disposizione oggi probabilmente saranno ulteriormente migliorati negli anni a venire, con un beneficio per l’ambiente che sarà sempre maggiore sotto molteplici punti di vista.

Condividi: