Come risparmiare in bolletta: parametri, scelte green e caratteristiche principali dell’offerta luce e gas

pubblicato il:
luce e gas offerte sorgenia - offerte luce e gas 8 regole per scegliere

Parlando di fornitura luce, quando si cerca la migliore offerta per risparmiare in bolletta, è necessario avere conoscenza del consumo di kwh annuo. Molti motori di ricerca ai fini della comparazione dei prezzi richiedono questo parametro come dato principale, insieme al comune di residenza.

Altro dettaglio ai fini della determinazione del prezzo delle offerte luce e gas è la distinzione tra residente e non residente. Nel primo caso l’offerta è sempre più vantaggiosa.

Chiaramente a paragone tra due contratti di fornitura di energia elettrica a soggetti residenti, la differenza è fatta dal numero di componenti familiari e da quanti elettrodomestici si usano frequentemente in casa, come scaldabagno, lavatrice e lavastoviglie.

Le scelte eco-sostenibili per risparmiare in bolletta

Ci sono anche dei comportamenti che possiamo adottare raggiungendo un duplice scopo: aiutare a sostenere l’ambiente e risparmiare in bolletta.

È buona norma, infatti, quella di non lasciare i dispositivi elettronici in modalità stand-by, poiché la spia led rossa equivale a un consumo di energia. Allo stesso tempo, in fase di acquisto di un nuovo elettrodomestico è sempre preferibile scegliere quelli con classe energetica A+++. I dispositivi con questa etichetta permettono di consumare meno energia e contemporaneamente ridurre il costo della bolletta.

Ridurre il consumo di carta è sempre una scelta sostenibile per l’ambiente. Molti fornitori di servizi di energia offrono la possibilità di consultare la bolletta in formato elettronico, da qualsiasi dispositivo, evitando l’invio cartaceo tramite posta.

In ugual misura, se si opta per il pagamento con addebito diretto in conto corrente bancario (Sepa Direct), sono previsti dei risparmi in termini di costi di gestione del servizio. Si tratta di una riduzione di pochi euro in bolletta, ma è pur sempre un risparmio e una scelta green, evitando il bollettino di pagamento cartaceo.

Ci sono periodi dell’anno che sono ideali per il consumo di piatti veloci e freddi. In estate, si organizzano con più frequenza incontri e le cene con gli amici. A tavola meglio portare insalate e paste fredde, evitando di stare ore davanti ai fornelli accesi.

Gli ultimi incentivi statali hanno dato una spinta alla riformulazione dei riscaldamenti in casa: i bonus hanno permesso a molte famiglie di installare nuove caldaie con termostati autoregolabili per singolo radiatore. In questo modo il consumo di gas in casa si differenzia per ogni tipo di ambiente domestico e si ha subito un riscontro in bolletta.

Tariffa monoraria o bioraria?

Un modo per risparmiare sulla bolletta di energia elettrica è quella di scegliere tra la tariffa monoraria e quella bioraria. In genere alla tariffa monoraria in cui il costo unitario di un kwh è uguale in tutta la giornata, si contrappone quella bioraria in cui si scinde la giornata in due fasi tariffarie.

Solitamente, l’offerta di luce e gas prevede un prezzo unitario per il consumo di energia nella fascia serale rispetto a quella diurna e generalmente è scelta da quei soggetti che stanno fuori casa per la maggior parte della giornata.

Canone fisso o variabile?

Le offerte di luce e gas si arricchiscono sempre più di soluzioni alla portata di tutti e in grado di soddisfare diverse esigenze. Un modo per catturare nuovi clienti è quello di offrire un prezzo di bolletta bloccato per un determinato periodo di tempo; è possibile scegliere tra un costo fisso unitario di kwh oppure di un canone mensile fisso.

In quest’ultimo caso l’utente sarà soggetto a pagare un premio di conguaglio a cadenza annuale o semestrale.

È sempre bene leggere con attenzione le condizioni economiche del contratto di fornitura per evitare di trovare brutte sorprese in bolletta.

Altri modi per risparmiare in bolletta

Infine, le offerte di luce e gas catturano l’attenzione di più utenti quando comprendono promozioni o sconti nel servizio, come per esempio il costo di attivazione gratuito oppure uno sconto sul canone di abbonamento televisivo ormai incluso nella bolletta di energia elettrica.

Condividi: