Home Imprese Sostenibili Consumi di energia elettrica in Italia a luglio 2021

Consumi di energia elettrica in Italia a luglio 2021

pubblicato il: - ultima modifica: 29 Settembre 2021
consumi elettrici - luglio 2021
Foto di BARBARA808 da Pixabay

Vi presentiamo il rapporto mensile per luglio 2021 del fabbisogno energetico italiano, redatto da Terna, titolare del servizio di dispacciamento nel sistema elettrico nazionale.

Nel mese di luglio 2021, la richiesta di energia elettrica in Italia è stata di 30.316 GWh, in aumento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (+4,9%) e in riduzione rispetto al valore di luglio 2019 (-2,1%).

In particolare si registra un aumento della produzione eolica (+44,9%) e del saldo estero (+43,9%) rispetto allo stesso mese del 2020. Nel 2021 la richiesta di energia elettrica (185.177 GWh) risulta in aumento (+7,3%) rispetto allo stesso periodo del 2020 e in riduzione (-2,0%) rispetto al progressivo 2019.

Il valore della domanda è stato ottenuto con un giorno lavorativo in meno (22 vs 23) e una temperatura media mensile superiore di 0,5°C. Il dato destagionalizzato e corretto dagli effetti contrapposti di calendario e temperatura porta la variazione a +3,8%.

Rispetto a luglio 2019 la variazione si attesta a -2,1%. La variazione tendenziale dei consumi industriali risulta in aumento del 10,3% con dati grezzi. Il valore dell’indice si mantiene su un livello superiore di quello registrato a luglio 2019 (+2,1%).

Nel mese di luglio 2021, la richiesta di energia elettrica è stata soddisfatta per il 48% della produzione da fonti energetiche non rinnovabili, per il 38% da fonti energetiche rinnovabili e la restante quota dal saldo estero.

Nel mese di luglio, la produzione da fonti energetiche rinnovabili è in aumento (+4,4%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In particolare, si registra una aumento della produzione eolica (+44,9%), della produzione idroelettrica rinnovabile (+6,6%), della produzione geotermoelettrica (+1,5%) e una riduzione della produzione fotovoltaica (-7,8%).

analisi congiunturale
Il dato destagionalizzato e corretto dagli effetti di calendario e temperatura, porta a una variazione congiunturale in diminuzione dello 0,9%

Il controvalore dei programmi in prelievo sul Mgp (mercato del giorno prima) a luglio è pari a circa 2,8 miliardi di euro, in crescita del 34% rispetto al mese precedente e del 174% rispetto a luglio 2020.

A luglio il differenziale tra prezzi a salire e scendere in Msd (Mercato per il servizio di dispacciamento) è pari a 114 €/MWh in riduzione rispetto al mese precedente del 9% e in aumento rispetto a luglio 2020 del 51%. I volumi complessivi sono in leggera riduzione rispetto al mese precedente (-2%).

A luglio il differenziale tra prezzi a salire e scendere in Mb (Mercato di bilanciamento) è pari a 115 €/MWh, in aumento rispetto al mese precedente (107 €/MWh; +7%) e in aumento rispetto a luglio 2020 (81 €/MWh; +41%). I volumi complessivi sono in aumento rispetto al mese precedente (+59%).

L’analisi dettagliata della domanda elettrica mensile in Italia a luglio 2021 è disponibile sul sito di Terna – il gestore elettrico nazionale – e può essere consultata a questo link. Tutte le statistiche relative al dispacciamento di energia elettrica sono invece consultabili in questa pagina.

Andamento mensile dei consumi di energia elettrica in Italia

Di seguito il dettaglio del consumo energia elettrica in Italia dei mesi scorsi:

Condividi: