Home Eco Lifestyle Esperimento: quanto ci fidiamo delle macchine e dei robot?

Esperimento: quanto ci fidiamo delle macchine e dei robot?

pubblicato il:
macchine e robot
Foto di Comfreak da Pixabay

Alcuni ricercatori dell’Università di Pisa mostrano tramite un esperimento quanto l’aspetto umano di una macchina robot possa ampliare il nostro senso di fiducia nei loro confronti e influenzare le nostre scelte

Macchine, computer e robot umanoidi: di chi ti fideresti di più? Un recente studio condotto da un team di economisti comportamentali e bioingegneri dell’Università di Pisa dimostra che la somiglianza di una macchina-robot tende a generare in noi un senso di fiducia.

L’esperimento – pubblicato su Scientific Reports e condotto insieme alle università di Londra, Malaga e Jena – ha visto interagire 160 studenti dell’ateneo pisano con umani, umani-computer e umani robot-umanoidi.

Si tratta del celebre test di fiducia proposto dagli economisti Gary Charness e Martin Dufwenberg al fine di valutare la fiducia riposta in una promessa fatta da un robot.

Dai risultati è emerso che, in generale, tendiamo a fidarci maggiormente del robot umanoide rispetto agli altri in virtù della sua somiglianza con gli esseri umani.

La percezione che un robot ci assomigli aumenta la nostra fiducia in loro, ma solo nel momento in cui la macchina presenta delle caratteristiche umane. Non solo. Secondo lo studio, il robot umanoide sarebbe anche in grado di suscitare emozioni nelle persone, generando un sentimento di empatia.

Dunque, dai risultati raccolti non è vero – come affermano alcune vecchie tesi – che agenti artificiali troppo simili a noi tendono a spaventarci, ma sembrerebbe essere vero il contrario.

È questa la nuova sfida degli economisti: scoprire in che misura un robot dalle sembianze umane possa influenzare le scelte delle persone in termini di marketing e consumo.

Inoltre, non è escluso che le conclusioni raggiunte possano portare anche all’utilizzo di robot umanoidi in diversi contesti quotidiani.

Condividi: